Tessuti maschili, forme femminili, attitudine sportiva, questi sono i concetti chiave della collezione Antonelli Firenze FW 2017-18 che crea un dialogo tra mondi diversi, svelando una identità di stile, sempre alla ricerca di un equilibrio tra opposti: i tessuti maschili – Principe di Galles, Tweed, Gessati – interpretano cappotti con ampi revers, giacche corte, caban, pantaloni, abiti accostati in vita che, in un mix-match con linee morbide e dettagli, esaltano la femminilità. E le camicie in seta mostrano micro fantasie da cravatta e da foulard.

Nel gioco delle contrapposizioni, l’elegante vestaglia di Dannunziana memoria, allacciata da una morbida cintura, diventa l’ispirazione dei nuovi cappotti e panta-tailleur che, declinati in lane bicolori, tweed blue, punta a spillo, sono resi femminili nella rivisitazione dei volumi.

Al mondo dello sport s’ispirano i bomber in prezioso tessuto jacquard couture e in velluto di seta; le giacche con cappuccio in neoprene accoppiato al velluto; le proposte in montone liscio/rovesciato o in alpaca rasata nei colori pastello rosa, giallo, azzurro; e le giacche corte taglio a vivo.

Tante le proposte di pantaloni e di abiti sviluppati nei nuovi tessuti rubati al guardaroba maschile, o nei jersey monocromatici e jacquard, per una femminilità mai ostentata.

Protagonisti per la sera, il velluto/seta nero che interpreta il nuovo tailleur pantalone con giacca vestaglia, da indossare su camicie smoking in seta nera, diventando l’alternativa moderna al classico tuxedo; lo smoking bicolore blu/nero in enver satin: e i tubini neri arricchiti da sussurrate trasparenze e contrasti lucido/opaco che esaltano il punto vita.

Categorie: Abbigliamento Donna.

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: