Riflettori puntati sulla quarta giornata di sfilate milanesi. Prosegue senza sosta la Milano Fashion Week 2017 che vede scendere in passerellale firme più prestigiose e le creazioni più ardite. Anche noi  ci siamo lasciati catturare dall’atmosfera meneghina e, direttamente dalla capitale della moda italiana, vi raccontiamo chi ha sfilato oggi.

Le sfilate del 23 settembre 2017

Bottega Veneta

La doppia collezione di Bottega Veneta che si rivolge al pubblico femminile e maschile è un trionfo di paillettes e vitalità. I trench leggeri e svolazzanti sanno di primavera, le suggestioni safari e le pennellate di colore ricordano l’estate, l’effetto optical di alcuni capi è giovane e dinamico.

Gabriele Colangelo

Gabriele Colangelo ha usato seta, cotone, crepe, nappa e paillettes per realizzare camicie maschili e gonne lunghe e asimmetriche percorse da nastri colorati, trench over size con maxi cinture e pantaloni a vita alta. La collezione appare come un inno al Giappone, con la particolare tecnica di colorazione del tessuto, il nui shibori, che incontra, però, il minimalismo. Il risultato è una linea di abiti “squadrati”e ricchi di contrasti: il plissè si alterna ai volumi boxy, le tinte pastello rincorrono i colori saturi, l’alta sartoria che si fonde con il casual style.

Antonio Marras

La sfilata di Marras incarna alla perfezione l’esprit di stagione: è un tripudio di tinte primaverili, fiorellini e colori gioiosi. In passerella sfilano camicette vittoriane, cappotti con stampe vintage, ma anche giacche in denim con decorazioni floreali e cristalli applicati oltre ad abiti eleganti. Tulle, pizzo patchwork, tessuti metallizzati, balze e sovrapposizioni definiscono la collezione.

Blumarine

Femminilità è la parola chiave di questa collezione che porta in scena trasparenze sensualissime, spacchi vertiginosi e abiti che ricordano preziosi négligé e lussuose (e lussuriose) sottoveste. L’imprinting sembra essere quello di un’atmosfera hollywoodiana che regala alla donna Blumarine un fascino stellare.

Simonetta Ravizza

Il blu, il fucsia, il marrone, il rosso e il nero, declinati nelle diverse sfumature, sono i colori della primavera-estate 2018 firmata Simonetta Ravizza. Sui tessuti fiori, quadretti e fantasia maculata che regalano agli outfit freschezza, grinta e romanticismo. Sul defilè hanno sfilato minigonne e longuette, gilet di pelliccia, giacche camice e lunghi soprabiti.

Ermanno Scervino

Ermanno Scervino sfila alla Milano Moda con una collezione stilosa dal mood urban chic. Stampe delicate su outfit leggiardi caratterizzano il defilè che sembra pensato per una moderna principessa urbana che vive la sua contemporaneità senza rinunciare alla classe e all’eleganza.

Aquilano Rimondi

La donna Aquilano Rimondi è determinata e sicura di sé e non ha paura di osare, neppure con il look. Per questo indossa outfit dai colori sgargianti e dalle forme voluminose, tessuti lucidi e geometrie in bianco e nero. Giochi di righe e contrasti aprono il defilè, lasciando il passo alle tonalità più accese. Il bianco e il nero sono grandi protagonisti, accompagnati dal rosso, dal blu e da un tocco di giallo.

Agnona

Urbano e contemporaneo lo stile Agnona non si smentisce. Il brand propone per la collezione SS18 un nuovo guardaroba, sportivo ma glamour e di lusso, dal respiro europeo. Il colore di tendenza è il blu, vero protagonista degli outfit che hanno sfilato in passerella.

Cividini

Dalle suggestioni indio, agli influssi orientali passando per un tocco di vintage: la collezione primavera – estate di Cividini racconta una varietà di stili. Le tonalità sono tenui, pur con qualche concessione al nero e al blu. Non manca un tocco estroso nelle applicazioni, nelle sovrapposizioni di tessuti o sulle stampe. In passerella sfilano abiti lunghi e completi, giacche e pantaloni per l’uomo e per la donna.

Missoni

Geometrie colorate, strisce, fantasie ipnotiche e trasparenze; tessuti luminosi, dettagli sgargianti, sfumature e pennellate di colore: è questa la primavera – estate di Missoni che porta in passerella una collezione maschile e femminile improntata allo stile casual chic. Abiti senza spalline, maglioncini e pantaloni a palazzo, scolli a v e tute sono i trend per la prossima stagione.

Jil Sander

Il bianco e il nero di Jil Sander per una primavera-estate che sia chic e improntata allo stile metropolitano. La donna che veste i suoi outfit è moderna e contemporanea e affronta in maniera easy le sue giornate Oltre al bianco e nero emergono altri accostamenti di colore che vanno a impreziosire gli abiti da sera iperfemminili.

Philosophy di Lorenzo Serafini

Il fashion designer incanala nella collezione primavera-estate 2018 lo stile glamour da maschiaccio con una linea di abbigliamento che richiama lo sportwear e usa stampe di ispirazione asiatica. Gli elementi più sportivi lasciano il passo ad abiti di cotone oversize con strisce nautiche e pantaloni da trampoliere. Cinture e foulard aggiungono un tocco very cool.

Albino Teodoro

Tessuti importanti, forme complesse e tagli e modelli che sottolineano l’eleganza di una donna che vuole imporsi per fascino e personalità. Le gambe sono spesso protagoniste, grazie a spacchi e aperture strategiche che le mettono in risalto. Il bianco e il nero sono i colori di stagione, con qualche tocco di oro e di corallo che accendono l’outfit. Gli abiti scendono morbidi, le cinture in vita segnano la figura e i contrasti di colore donano un’eleganza per nulla scontata.

Salvatore Ferragamo

La seduzione in tutte le sue sfaccettature per la moda firmata Salvatore Ferragamo. Il fashion designer crea per la donna abiti dalla femminilità più intensa. Gambe,  spalle e collo in primo piano, con colori come il giallo zafferano, il rosso e il verde bottiglia che mettono in risalto la figura. Gli outfit sono caratterizzati da asimmetrie studiate ad hot, orli mossi e tessuti morbidi e fluttuanti.

di Sonia Russo

Categorie: Sfilate Tag: , , , , , , , , , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: