Uno spaccato di Toscana tra le colline del Trevigiano, un paradiso campestre a mezz’ora da Venezia e con le Dolomiti come sfondo: questo è Borgoluce, l’Azienda Agricola della famiglia dei Conti Collalto.

La storica tenuta con mille anni di storia si estende per 1200 ettari di vigneti, boschi, campi di grano e mais e immensi pascoli in cui vengono allevati con cura e dedizione gli animali, sempre nel massimo rispetto del loro benessere.

In un ecosistema rimasto inalterato negli anni, dove passeggiando nel verde ci si può imbattere in cervi, caprioli e uccelli di varie specie, l’accento dell’azienda non poteva che essere posto sulla produzione ecologica e sulle energie rinnovabili.

Biodiversità è la parola chiave per mantenere intatta la ricchezza di questi territori da tramandare alle generazioni future. L’attenzione al nuovo che avanza è evidente anche dalla passione con cui il Team Borgoluce porta avanti le ormai note Fattorie didattiche a tema agroalimentare che ospitano ogni anno circa 5mila bambini delle scuole con percorsi didattici, sensoriali e creativi ispirati ai giochi di un tempo.

Ma Borgoluce è anche il paradiso dei piaceri del gourmet. Dal latte delle 450 bufale, ad esempio, nascono i prodotti caseari come la mozzarella di latte di bufala, la ricotta, lo yogurt e le caciotte.

E poi, oltre ai latticini, vengono prodotti anche carne, salumi, olio extravergine di oliva, farina di mais antichi, miele e noci, tutto ovviamente all’insegna della genuinità. E, visto che le colline trevigiane sono il tempio del prosecco, non potevano mancare le cantine in cui custodire i vini più pregiati! La Nuova Cantina di 8.000 mq avrà la capacità produttiva di oltre 2.000.000 bottiglie e 1.000 mq saranno dedicati all’accoglienza e alle degustazioni guidate.

Il patrimonio della Tenuta, di cui due casali sono adibiti a B&B con piscina bio naturale, si completa con le cucine a vista con serate dedicate agli Chef Stellati che terranno corsi culinari, i percorsi con le e-byke di ultima generazione accompagnati da guide certificate, il Nordic Walking con Istruttori Federali, le visite al Castello di Collalto e ad altre costruzioni medievali e, infine, i due Musei che raccolgono le testimonianze di una storia che vale la pena vivere in prima persona.
Di Sonia Russo

Categorie: Vino, Cucina & Lifestyle.

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: