Aveva un sogno nel cassetto. Conoscere Vasco, suo mito da sempre, e vederlo indossare i suoi giubbotti in pelle. L’estate scorsa Dinardo incontra Vasco Rossi a Bologna. Immediatamente fra i due scatta il feeling. Vasco indossa i capi della griffe di Dinardo “Preview Milano” e l’amicizia cresce. E intanto la favola rock  dello stilista diventa realtà: Davide Dinardo disegna e crea dei capi appositamente per lui, da indossare nel suo tour “Vasco2007”.
Il retroscena
Davide ricorda di aver “ascoltato” per la prima volta Vasco nell’82, che cantava “Vado al Massimo” al Festival di Sanremo. Da allora le parole semplici e dirette della rockstar, la sua grinta e… il suo essere fuori schema rispetto agli altri cantanti così posati fecero breccia nel cuore del futuro stilista, che divenne definitivamente “Vasco-dipendente” a 15 anni, dopo averlo visto finalmente in un concerto dal vivo a Modena.
Le sue canzoni preferite, da sempre: “Una vita spericolata”, “Vado al massimo”, “Alba Chiara” e “Liberi Liberi”. Fonte di ispirazione anche oggi, nel suo lavoro. “Forse è proprio perché in sottofondo ho sempre ascoltato quei pezzi, che anche nei capi che disegno mi sono sempre più avvicinato al mondo del rock” osserva Dinardo.
A soli 24 anni Davide crea la sua azienda e lancia Preview Milano, marchio innovativo di giubbotti in pelle che conquista da subito  rockstar e celebrities di tutto il mondo.   I suoi capi vengono notati anche da Vasco che ne apprezza l’anticonformismo e lo spirito inconfondibilmente..”rock”.
Grinta e autenticità. Due qualità che Vasco Rossi e Davide Dinardo hanno in comune e che contraddistinguono la musica dell’uno e le collezioni dell’altro. Due doti molto amate e premiate dal pubblico. Dietro ogni giubbotto Preview Milano, per l’uomo  e per la donna, c’è infatti un  percorso fatto di coraggio e creatività. Come nella musica di Vasco.
I capi di Vasco, nella vita e sul palco
 Una collaborazione molto stimolante, basata su una grande sintonia e sul divertimento reciproco. Dinardo è affascinato dalla grande umanità di Vasco, dalla sua curiosità e apertura verso le sue idee: nascono  una serie di capi creati in esclusiva per lui, che tengono conto soprattutto delle sue specifiche esigenze di scena, ma vanno oltre.  I capi che Vasco indossa nella vita e sul palco, in occasione dei 9 concerti evento del Vasco2007 Tour, sono in pelle leggerissima, con speciali trattamenti effetto vissuto e con tagli ergonomici.  Linee molto grintose, che ne riflettono la carica e il carisma sul palco. Come il giubbotto con tagli sul davanti a richiamare la V di Vasco, e inserti interni in lino. O ancora, il blazer in pelle morbida e stropicciata, studiato per le occasioni più “formali”. Pezzo forte, la rivisitazione del chiodo-icona di Vasco, nella nuova originale versione chiodo-cappotto. Infine, citazione ed evoluzione della felpa arancio indossata nella tournée Buoni o Cattivi, il bomber con cappuccio in tessuto di nylon impermeabile con inserti in pelle, ideale anche per concerti e  performance sotto la pioggia.
C’è chi nasce con il giubbotto di pelle…
C’è chi nasce con la camicia e chi, come Davide (1972, Milano) con il giubbotto di pelle. Dopo gli studi a Modena, come  perito merceologico, prende la sua strada formandosi come stilista, prototipista e modellista. La sua passione per il fashion design e la sua anima decisamente rock lo porteranno lontano.
Nel 1997 nasce a Modena l’azienda  David Production srl. Nel primo periodo Davide Dinardo collabora con alcune note firme della moda italiana, concentrandosi su giacche in pelle e pellicce, ma iniziando anche a includere combinazioni alternative, come pelle e maglia o pelle e tessuto .
Preview Milano, il marchio dall’anima rock
Nel ’99 inizia la produzione in proprio di capi d’abbigliamento e qualche anno dopo nasce Preview Milano, con capi rivolti sia all’uomo che alla donna.  Preview Milano è un marchio altamente innovativo e creativo, che con i suoi prodotti esclusivi e di alta qualità, punta verso l’eccellenza e la riconoscibilità a livello internazionale nel mondo del "vintage" di lusso.
Con l’inizio della distribuzione da parte di uno dei maggiori showroom di Milano (Studio Zeta) le collezioni disegnate da Dinardo iniziano a entrare in alcuni dei più importanti negozi al mondo, Biffi e Giò Moretti a Milano, H. Lorenzo e Traffic A Los Angeles, The Library a Londra, Mercury a Mosca, Barneys a New York e Tokyo, Harvey Nichols e Lane Crawford a Hong Kong, solo per citarne alcuni. Il capo Preview Milano prende vita una volta indossato e diventa espressione di chi lo indossa. Forse sta qui il suo fascino: che indossare uno di questi giubbotti non serve a chi vuole nascondersi dietro un vestito. Lo stile di Preview Milano non vuole sovrapporsi a chi lo indossa, ma farne emergere la personalità frutto di un lungo percorso fatto di coraggio e …creatività che ha permesso di reinventare lo stile del capo in pelle. Davide D. ci ha messo un’ anima fatta di sfumature: : per le rockstar e per gli eroi del lunedì mattina, per gli under 21 e per gli over 40, per chi vuole arrivare in fretta o per chi pensa che per andar lontano è bene, ogni tanto, rallentare.

I giubbotti Preview Milano made in italy diventano cult
Il battesimo mediatico con Bono e Keith Richards.
I giubbotti Preview Milano vengono notati in una boutique di Londra da Bono Vox degli U2 che li ha voluti indossare nel “Vertigo Tour” europeo e mondiale. Anche Keith Richards, il leggendario chitarrista, ha scelto  un giubbotto  Preview Milano per il tour mondiale 2006 dei Rolling Stones.

Categorie: Chi veste chi Tag: .

Articolo pubblicato da in data: 25.06.2007
Ultimo aggiornamento: 25 giugno 2007