MAMAINDUSTRY, I nuovi progetti in Russia di MAFIAWEAR e GANG*STAR.

Un anno di traguardi importanti per MAMAINDUSTRY Srl. L’azienda di Padova, che nasce nel 2005 dallo spirito imprenditoriale di Paolo Rubin, produce e distribuisce i marchi MAFIAWEAR e GANG*STAR. Due brand differenti che nascono da una spiccata vena creativa, dal suo desiderio di realizzare un progetto innovativo che sia espressione stilistica del fascino del potere, di uno stile di vita glamour e cosmopolita. Tutto inizia durante un viaggio di Rubin alla volta di Miami. Qui nascono le prime idee, prende forma il logo-simbolo di MAFIAWEAR – un’ala d’angelo con la coda di diavolo – oltre che la filosofia della griffe,che trae il suo nome da quel connubio tra bene e male, pudore e trasgressione che secondo il titolare del brand è innato nell’animo umano. E al suo rientro in Italia, il progetto si concretizza grazie anche al fortunato incontro dell’imprenditore con Nicola Introna che diventerà direttore creativo del brand. Il successo è immediato. MAFIAWEAR presenta le sue collezioni nel corso di Milano Moda Donna. Eventi–spettacolo che diventano un importante polo d’attrazione per fashion setter, ospiti internazionali. Quest’anno il brand è giunto, con l’ultima collezione A/I 07-08, alla sua quarta stagione, ricalcando fedelmente sui capi quel mood originale giocato su tessuti esclusivi, materiali avant-garde, tonalità insolite. E a Gennaio 2007, con un debutto al Bread & Butter di Barcellona, nasce anche GANG*STAR, la linea che MAMAINDUSTRY ha creato in collaborazione con il rapper internazionale Coolio. Una collezione di felpe, t-shirt, jeans, dress e pants che delinea per i giovani un nuovo concetto street-fashion “hip hop” prendendo spunto dal guardaroba del cantante americano.
Tra le importanti corporate-news di MAFIAWEAR, in primis l’importante sviluppo di nuovi punti vendita iniziato a febbraio con l’inaugurazione del nuovissimo monomarca ad Almata (Kazakistan). Uno spazio di 60 mq in pieno centro città, dagli interni originali – alligatori in tre dimensioni, tonalità cacao, pietra e oro – che riflette l’audace filosofia della griffe e al quale si affiancherà a Settembre, un secondo e più grande flag-ship store esclusivo. Ma anche – sempre con un’attenzione speciale rivolta all’Est-Europa – la prossima apertura di altre due boutique: uno spazio di 110 mq a Samara (Russia), e uno di 80 mq a Karkoff in Ucraina. Il marketing management della maison rafforza così anno dopo anno, la sua presenza sul mercato internazionale con l’obiettivo di raggiungere con la quinta collezione, una distribuzione su 400 punti vendita nel mondo, grazie a nuovi accordi di distribuzione siglati in Russia, Medio Oriente e prossimamente negli USA. "Siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti." commenta Paolo Rubin "Con la quarta collezione MAFIAWEAR, Mamaindustry ha raggiunto un consolidato di 85 punti vendita dei quali il 15% sono dell’Ex unione Sovietica per un 37% del fatturato globale. Il risultato del 2006 ha confermato le nostre previsioni, ovvero una maggiore affermazione del marchio, per passare dai 2 milioni di Euro ai 6 milioni previsti per il 2008. E tra le novità importanti spiccano anche l’entrata in azienda di Maurizio Sautto quale direttore generale MAFIAWEAR." Un’acquisizione strategica che permetterà un forte incremento e consolidamento del fatturato globale.  "Per Settembre è prevista poi l’apertura del nostro Flagship Mafiawear nella centralissima Corso Como a Milano – prosegue Rubin – uno spazio strategico importante che va ad affiancarsi al già presente Showroom di Via Della Spiga."

Categorie: Trade News.

Articolo pubblicato da in data: 16.07.2007
Ultimo aggiornamento: 16 luglio 2007