PROGETTO FASHION INCUBATOR: Supporto alle giovani imprese della moda.

I Protagonisti dell’Incubatore della Moda raccontano ai giornalisti i risultati ottenuti e i momenti più significativi di questo importante iniziativa che ha l’obiettivo di supportare e promuovere le attività imprenditoriali autonome di giovani talenti e ha una durata di due anni.
L’Incubatore, che si trova in via Ettore Bugatti 12, ha riscosso grande successo ed interesse e si è dimostrato uno strumento fondamentale ed efficace per la promozione e valorizzazione delle dieci aziende selezionate. Da settembre del 2006 le piccole aziende stanno lavorando con esperti e consulenti moda per rafforzare l’identità del brand, scegliere i tessuti, progettare la collezione, realizzare i prototipi e il campionario. Sono stati anche organizzati numerosi interventi di formazione relativi all’attività di business: dalla pianificazione del business plan, alla gestione dei rapporti con le banche, al controllo dei costi e bisogni di liquidità, alle opportunità di finanziamenti ordinarie ed agevolate.
Dopo la prima fase di formazione e consulenza stilistico – imprenditoriale e la prima presentazione delle collezioni a Milano Moda Donna di febbraio 2007, gli impegni e le opportunità si sono moltiplicate:
· 16 marzo 2007 presentazione delle collezioni di calzature di Claudio Montias e Georgia Turri presso lo showroom Bonini e sono arrivate le prime vendite.
· 5/6 aprile 2007 sfilata a Tokyo dei marchi Archivio Privato, Andrea Turchi e
Oxygene+Lumiere presso il Midtown nuovo centro espositivo.
· 1/2 giugno 2007 sfilata nella sede dell’Ambasciata italiana di Ankara e del Consolato Generale di Instanbul dei marchi Andrea Turchi, Claudio Montias, Oxygene+Lumiere, Cristian Luppi. Il giorno successivo sono stati programmati una serie di incontri con i buyer.
· 28 giugno 2007 presentazione seconda collezione Uomo di Archivio Privato nello spazio show room di via Alserio 22 a Milano – annuncio della partnership con l’azienda Domina per la produzione e distribuzione, annuncio della presentazione anche di una collezione Donna a settembre 2007.
· Collaborazione tra In Touch e Canon nell’ambito delle innovazioni tecnologiche.
· Collaborazione con Lectra per la progettazione e sviluppo delle collezioni su supporto informatico (presentazione a Milano Moda Donna settembre 2007).
· Collaborazione con la Ditta Scena per l’ideazione e realizzazione di complementi d’arredo fashion (presentazione il 25 settembre 2007).
· Partecipazione a manifestazioni estere: Adorisadora ha presentato la propria collezione al Salone Internazionale della Lingerie di Parigi a febbraio 07 e al Salone Lion Mode City di settembre 07, Elesila-Adorisadora-Andrea Turchi-Cristian Luppi hanno partecipato più volta a Who’s next di Parigi, Georgia Turri parteciperà alla prossima edizione di Premiere Classe.
· A giugno si sono svolti degli importanti incontri con i più importanti buyer internazionali (Rosi Biffi – Biffi Boutique, Roberta Valentini – Penelope, Anne Marie Paltsou – Saks Fifth Avenue – , Wanda Bernasconi – Studio Bernasconi, etc…).
La grande novità di questo progetto è proprio l’accompagnamento e il supporto ai giovani anche nella fase di commercializzazione delle collezioni: infatti tutte le aziende, dopo un serie di incontri e contatti, sono state inserite in uno showroom appropriato che segue tutta la parte di campagna vendita.
Gli showroom hanno accolto positivamente l’invito di C.N.M.I. a collaborare sul progetto e stanno promuovendo le collezioni anche con eventi creati ad hoc da CNMI che li supporta in termini di visibilità e comunicazione, ad esempio durante Milano Moda Show Room.
Camera della Moda ha coinvolto alcune di queste giovani aziende anche all’interno di eventi di promozione all’estero del Made in Italy, dal Giappone alla Turchia ma nel prossimo futuro c’è anche l’India e Los Angeles.
Grande attenzione è stata data anche al tema dell’innovazione e delle tecnologie diventano imprescindibili per essere competitivi in un mercato globale: Lectra si è rivelata un partner di primaria importanza per diffondere tra questi giovani designer la conoscenza e l’utilizzo di nuove soluzioni tecnologiche e soprattutto per promuovere una mentalità e un approccio alla moda più strategico e
moderno.
Tutte le giovani aziende dell’Incubatore della Moda – afferma Mario Boselli Presidente di C.N.M.I.- si augurano di poter contare ancora sul supporto di CNMI e grazie ad nuovo finanziamento del Comune di Milano attraverso l’Assessore alla Ricerca, Innovazione Capitale Umano Luigi Rossi Bernardi partirà un nuovo Incubatore della Moda che ci permetterà di selezionare nuove proposte e di continuare a sostenere queste prime dieci.”
Il 22 settembre alle ore 12.00 è prevista la sfilata a Milano Moda Donna di Adorisadora, Andrea Turchi, Archivio Privato, Claudio Montias, Cristian Luppi, Elesila, Oxygene+Lumiere.
Per questa importante occasione C.N.M.I. ha invitato la giovane artista italiana Sissi, che si è distinta a livello internazionale con mostre e collettive in prestigiosi musei e spazi alternativi, a ideare e realizzare un’installazione artistica, rispondendo al desiderio dei giovani stilisti di poter sfilare in un contesto creativo. Il progetto site specific dell’artista Sissi rappresenta un rovo di linee di ferro intrecciato che le modelle attraverseranno per uscire in passerella. Sissi, sarà la madrina di queste giovani griffe, sottolineando la grande capacità delle giovani generazioni di creare sinergie e contaminazioni tra settori differenti.
Alle ore 12.30 presso lo spazio Fashion Incubator “Couture” (Milano Moda Donna – primo piano) Rosamosario presenterà le sue sofisticate proposte di intimo e Georgia Turri la sua collezione di pregiate calzature.
Il progetto Incubatore della Moda è iniziato nell’ottobre del 2005, è ideato e finanziato dal Comune di Milano – Assessore Tiziana Maiolo – ed è progettato e realizzato da Camera Nazionale della Moda Italiana.
L’iniziativa ha l’obiettivo di supportare e promuovere le attività imprenditoriali autonome di giovani talenti della moda e ha una durata di due anni.
“Sono felice di constatare – afferma l’Assessore alle Attività Produttive Tiziana Maiolo – che la mia intuizione di qualche anno fa è diventata una realtà che consente ai giovani talenti che si dedicano alla moda, di far risaltare le loro qualità. Milano che ha raggiunto i vertici mondiali nel settore Moda, potrà mantenere e consolidare questo primato grazie a giovani ingegni come questi che avranno la possibilità di esprimersi, di crescere e di mantenere sempre alto il livello qualitativo della nostra ideazione e produzione”.
“L’Incubatore della Moda- commenta Mario Boselli – ha ottenuto esiti e sviluppi al di là delle nostre aspettative e dimostra che il supporto delle Istituzioni alle nuove generazioni di stilisti è assolutamente necessario e importante per la loro attività di promozione e comunicazione. Sono particolarmente orgoglioso e contento di aver accompagnato questi giovani nel loro percorso imprenditoriale e di presentarli per la prima volta sulle passerelle milanesi. Per questo mi auguro che quest’esperienza possa essere ripetuta e possa offrire nuovi spunti di riflessione per altri progetti che consentano di dare maggior spazio e visibilità ai giovani”.

Categorie: Trade News Tag: .

Articolo pubblicato da in data: 17.09.2007
Ultimo aggiornamento: 17 settembre 2007