10 years anniversary 1998-2008

Nato in Italia il 05-12-1973 di origine pugliese aleXsandro Palombo all’età di 19 anni si trasferisce a Milano dove studia fashion design all’Istituto di Moda Marangoni. Nel 1998 crea la sua griffe aleXsandro Palombo, X maiuscola come la P ad indicare il simbolo latino Pax Christi, le sue collezioni sfilano a Milano collezioni donna e in breve tempo diventa capostipite di un avanguardia italiana che anticipa e lancia tendenze poi riprese dal fashion system, del suo stile memorabili sono i simboli sacri come la

XP Pax Christi

ricamati o intarsiati su abiti, maglie e t-shirt come anche le immagini di Padre Pio e Madre Teresa di Calcutta ricamate su cappotti o inneggianti ad una nuova spiritualità su t-shirt, la sfilata contro l’anoressia per sensibilizzare l’opinione pubblica ed avvicinarla ad un problema che affligge migliaia di ragazze, le collezioni multicultural ispirate al Salento sua terra di origine e al mondo globalizzato, le sue sfilate ispirate alle donne del suo sud e al ballo della Taranta fanno conoscere al grande pubblico il fenomeno della tipica Pizzica, una danza salentina rituale antico e di grande misticismo, l’utilizzo della KEFIHA che viene sdoganata ricamata e usata come tessuto per creare capi di lusso che fanno innamorare principesse arabe e buyer come lo sceicco Majed Al Sabah di Villa Moda, stabilisce nuovi confini nella maglieria creando con il filato capi come fossero una preziosa pelliccia, sfilacciati e lavorazioni inedite che promuovono l’idea dell’eccellenza artigianale e la consacrazione della tricot couture. The New York Times lo definisce un talento del Knitwear, la pop star Sheryl Crowe diventa una fan delle preziose maglie Palombo e indossa pezzi couture per concerti e apparizioni tv, alcune preziose maglie vengono fotografate da Mario Sorrenti per servizi hot sulla rivista inglese Another Magazine, diventa responsabile creativo per marchi come ANNAPURNA, AIDA BARNI uomo e donna creando collezioni di grande eleganza e fantasia, le collezioni continuano ad essere terreno di sperimentazione, è stato inserito in vari book moda tra cui il "Dizionario della Moda" di Guido Vergani Baldini Castoldi Dalai editore, l’edizione di Skira "Virus Moda" di Francesca Alfano Miglietti, in America nell’edizione "Fashion Statements" e in Francia  "Le Choc du Chic" una raccolta di interviste che entrano nel privato di importanti stilisti internazionali tra cui lo stilista aleXsandro Palombo con la sua storia creativa tra innovazione, sperimentazione, provocazione e tradizione.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy