KELLY SLATER VINCE IL NONO ASP WORLD SURFING CHAMPIONSHIP.

Quiksilver si congratula con l’atleta del suo team, l’americano Kelly Slater di Cocoa Beach-Florida, per il suo nono titolo mondiale ottenuto venerdì scorso a Mundaka in Spagna.

Dominando cinque gare sulle otto della stagione, Slater ha accumulato abbastanza punti per aggiudicarsi il titolo 2008, nonostante ci siano ancora da svolgere due competizioni dell’Association of Surfing Professionals (ASP) Tour.

Questa nono trionfo di Kelly Slater arriva 16 anni dopo la prima, nel 1992 e conferma ciò che già in molti dicevano: è stata la sua migliore stagione in diciotto anni di carriera, e riafferma il suo status di surfista più vittorioso di tutti i tempi.

Su quello che il surf significa per lui, Slater dichiara “i premi mi ripagano del grande lavoro e dell’impegno che metto nel surfare da tutta la vita e mi motivano a dare sempre il massimo.”

Dopo aver vinto la gara d’apertura della stagione 2008 al Quiksilver Pro Gold Coast in Australia, Slater ha continuato a vincere anche le sei gare successive, vincendo 32 set su 35 fino ad arrivare al Quiksilver Pro France la scorsa settimana, dove si è classificato secondo. Kelly è arrivato domenica scorsa a Mundaka come già probabile campione mondiale. Aveva bisogno anche solo di un nono posto per finire la sua scalata al nono titolo mondiale.

Riguardo alla sua stagione 2008, Kelly ha aggiunto: “Ho avuto un anno meraviglioso, ed è stato molto bello essere premiato in questo modo. Un anno grandioso nel quale mi sono capitate tante cose positive a questo punto del tour.” 

Sull’ennesima vittoria a Mundaka, Slater commenta: "Si gelava e, nonostante tutto, molte persone sono venute ugualmente. Perciò ringrazio le ringrazio tutte. Grazie di essere state qui ed di aver preso parte a questo momento magico".

Nel 2006, ha conquistato l’ottavo titolo mondiale nello stesso spot spagnolo (sempre a Mundaka) e gli osservatori pensavano che sarebbe stato l’ultimo. Ma oggi, grazie al supporto ricevuto dagli amici della costa Basca e l’acclamazione della folla di spagnoli sulla scogliera di fronte, era chiaro che Slater era al meglio di sempre.

Chiedendo se continuerà a surfare,  Slater ha risposto:
"Sempre, surfare è una sfida costante. Sono sicuro che riuscirò a migliorare anche a ottant’anni. E’ la mia vita e non finirà mai."

La scalata di Kelly Slater ai primi posti del surf risale ai primi anni novanta, battendo la vecchia guardia con un uno stile mai visto prima e un raro spirito competitivo.  Ha vinto il titolo mondiale con un record di sei volte tra il 1992 e il 1998. Nel 2005, sette anni dopo, Slater ha fatto un incredibile rientro vincendo il settimo titolo mondiale in Brasile con una gara estremamente emozionante. Slater non mostrava assolutamente segni di cedimento, infatti nel 2006 ha vinto il suo ottavo titolo mondiale senza alcuna fatica e continuando a gareggiare, spingendosi sempre oltre nel raggiungere i migliori risultati.
“Kelly Slater è un essere umano straordinario, fisicamente e mentalmente. Il suo talento e i suoi riconoscimenti sono unici nel surf e forse anche nella storia dello sport” afferma Bob McKnight, Presidente e CEO di Quiksilver. 
 
La eco di questa nona Vittoria Mondiale  promette di essere ricca d’azione come tutta la stagione 2008. Questo autunno Slater sta realizzando il suo secondo libro; una raccolta di interviste e foto mai pubblicate, intitolata: “For the Love” per i tipi Chronicle Press. Continuerà anche a lavorare su “The Ultimate Wave”,  un film in 3D per IMAX che sarà nelle sale nell’autunno 2009. 
Come più vera icona del surf e da grandissimo ambasciatore, Slater continua a promuovere una campagna per salvare il pianeta tramite The Kelly Slater Foundation (www.kellyslaterfoundation.org).

Quiksilver:
Quiksilver, all’apice nell’innovazione della cultura del surf, si impegna a rendere disponibili tutti gli strumenti  necessari alla scoperta ed espansione del proprio stile. La sua missione è promuovere la capacità d’espressione individuale e l’entusiasmo – ciò che alimenta l’essenza del boardriding. Per diffondere questa cultura il meglio è trovarne l’essenza e condividerla.

Categorie: Fashion News Tag: .

Articolo pubblicato da
in data: