Giorgio Armani Privé AI 11-12

Un omaggio al Giappone per Giorgio Armani Privé

Giorgio Armani dedica al Giappone la sua collezione Giorgio Armani Privé: un omaggio a un popolo coraggioso, di recente duramente colpito, e a una cultura profonda e raffinata alla quale si è spesso ispirato.

Ci sono libri che fanno viaggiare la mente e che incendiano la fantasia.
Mentre Giorgio Armani sfogliava ‘Geisha, a photographic history’ di Stanley B. Burns ed Elizabeth A. Burns, la collezione ha cominciato a prendere forma.

Come dettagli di una fotografia, gli ombrelli di una fila di geishe si sono trasformati nel disegno cinetico, in bianco e nero, di un tessuto.

Il risvolto chiaro del kimono di una geisha seduta, con lo sguardo lontano, si è moltiplicato fino a diventare la trama di un cappotto, ma a fondo nero.

I motivi floreali, frantumati, isolati, ricomposti, sono diventati i protagonisti inconsueti dell’inverno, che tradizionalmente preferisce le geometrie. ù

Nella scelta dei particolari, che così vivamente cristallizzano un lontano senso della bellezza, Giorgio Armani ricompone un suo particolarissimo Giappone.

Rivoluzionato dalla pura linea a colonna, che disegna una silhouette fine e allungata, interminabile, dove il gioco di sfondi piega profondi e piatti dà scioltezza al passo.

Il busto, perfettamente costruito e sostenuto, sale diritto, senza la tentazione di scollature.

Piccole giacche-corpino arrotolano due lunghe falde davanti, in curioso effetto obi che mette in risalto la ricchezza della fodera.

Completamente stampati a fiori, ma con effetto découpage, i cappotti giocano con il volume arrotondato sulla schiena, e la lunghezza delle maniche, raccolte da un laccetto, raggiungono un vertice inebriante di sensualità.

Gli alti tacchi danno un passo spedito, i cappelli di Philip Treacy un tocco ironico e le sfumature di arancio scelte per gli abiti da sera una ventata di ottimismo. Perché sono i contrasti il segno forte della contemporaneità.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy