Cosa ha in serbo la moda sposi del 2008? Come rendere originali le bomboniere e i cadeau da fare ai genitori e ai testimoni? Come evitare noia e sbadigli durante il ricevimento di nozze? Come scegliere l’anello che si porterà all’anulare per tutta la vita? E la torta, all’inglese o all’americana? Quali le mete più esclusive per vivere la favola delle nozze anche in luna di miele? Ecco un viaggio nelle ultime tendenze dal pianeta matrimonio con l’aiuto dei main sponsor di Sposidea: White Sposa, Make up Service Sposa, Polello, Hotel Principe di Savoia di Milano, Visconti Banqueting, Elle&co, Freestyle Dance, Sandan Tour e www.allafollia.it.

L’abito da sposa: femminilità e favola
Per Simona Polli, direttore di White Sposa,“nella prossima primavera-estate 2008 le tendenze per la sposa si possono sintetizzare in tre  stili diversi: volumi ampi e ricami preziosi, linee scivolate ed essenziali e forme sinuose che esaltano la femminilità.” Dopo anni di tinte panna ritorna il bianco come colore dominante ma non da solo. Sono molti gli stilisti che abbinano inserti rosa, e soprattutto neri, di materiali vari come il raso o il vellutino a sottolineare il punto vita, la scollatura o la linea impero. Di moda anche i colori pastello nelle declinazioni dell’azzurro, del rosa e del giallo. Una particolarità è la decorazione della gonna con nastri cuciti in modo da creare cerchi o sinuosi disegni arabeschi.
Le linee dritte e regolari che seguono il corpo sono ancora la scelta preferita di molte spose ma si vuole osare qualcosa di più, ecco allora l’applicazione, nella parte posteriore della gonna, di  lembi di stoffa plissettata o con orli contenenti un’anima rigida che creano delicate composizioni floreali. Da parte di qualche griffe si osa la riscoperta di una gonna più ampia e gonfia, in alcuni casi con il ritorno delle balze, usate però in modo discreto per evitare l’effetto “damina del Settecento”. In questo filone si inseriscono anche l’uso di pizzo e paillettes, applicati tono su tono sui corpetti per mantenere una certa eleganza, e l’impiego di chiusure a corsetto con lacci di raso o velo, al posto della più tradizionale fila di bottoncini rivestiti o dei gancetti.

Bellezza: trucco e capelli in armonia con la personalità
“Essere in armonia con sé stessi, ritrovare l’equilibrio fra una visione, la proiezione esteriore di sé e la nostra intima personalità, anche in rapporto e nel rispetto del mondo circostante. Questo il segreto per valorizzare e trasmettere l’unicità della nostra personale bellezza.”, ecco la filosofia di Make UP Service SPOSA espressa dall’art director Mirko Tagliaferri.
Per l’acconciatura il punto di partenza rimane la verifica dello stato di salute dei capelli per arrivare alla cerimonia con capelli luminosi e forti. Le forme e i volumi devono essere scelti in accordo con la personalità e l’incarnato della sposa. Le tendenze degli ultimi anni cadono su acconciature morbide, con pieghe studiate ad arte mai fini a sé stesse, riprendendo i richiami stilistici agli anni ’50. Il classico capello raccolto lascia spazio a capelli sciolti, leggeri, dove un riccio lavorato con sapiente maestria diventa elemento protagonista. Le texture, valorizzate grazie a piccole e sapienti extension, si dimensionano e volumizzano la capigliatura. Anche i colori sono ispirati alla natura: chatouches leggeri, ton sur ton nocciola e cioccolato.

Anche per quanto riguarda il make up la prima azione da fare è un esame del viso (dopo un massaggio preventivo per distendere la pelle), per delinearne le armonie e i toni da valorizzare. Gli occhi sono sempre protagonisti, un po’ più truccati rispetto alla bocca. Le tonalità privilegiate sono i rosa, i marroni, i bronzi e gli ori. Le ciglia, lunghe o folte, eventualmente impreziosite da quelle finte sapientemente inserite, dipendono dalla forma e dall’uso ad arte dello scovolino applicatore del mascara. Le gote sono traslucide rosate, naturali e le bocche sempre e rigorosamente naturali, mai disegnate, ma ornate da laquer trasparenti o dalle tonalità sabbia e un sorriso capace di catturare la luce. La pelle, non solo del viso ma anche quella di schiena e decolleté, deve essere luminosa grazie all’uso di ciprie iridescenti o dall’effetto abbronzato.
Infine il profumo che, aggiungendo fascino e personalità alla sposa, ne sottolinea il carattere. Molto importante in questo caso non improvvisare: mai scegliere una fragranza nuova ma provarla per un paio di mesi prima delle nozze.

Gioielli e accessori preziosi
“Negli ultimi anni la scelta delle fedi per il matrimonio si è spostata dalla vera tradizionale in oro giallo o oro bianco verso una fede più esclusiva, seguendo le nuove tendenze del mercato, ma considerando tuttavia alcune tradizioni territoriali”, dicono Angelo e Cesare Polello, titolari dell’omonima azienda orafa. Oggi gli sposi sono orientati verso forme con linee più moderne, arrotondate o squadrate, realizzate in oro bianco e oro rosa o oro bianco lucido e satinato. C’è una sempre maggiore richiesta di personalizzare le fedi, dando così un valore esclusivo agli anelli.
Oltre alle fedi, in occasione del matrimonio l’uomo può indossare un paio di gemelli in oro e diamanti, anch’essi con linee contemporanee. Anche la donna, a seconda della zona di provenienza, è solita indossare altri gioielli: un classico è il solitario da abbinare all’anello nuziale oppure un bracciale tennis o una parure di orecchini e collana che cambia in base a gusti personali e allo stile dell’abito. Le più usate sono la classica parure con perle, quella molto fine con diamanti solitari oppure quella con montature più importanti e corpose che danno un tocco di originalità.

Categorie: Moda Sposi Tag: .

Articolo pubblicato da
in data: