Woolrich Woolen Mills…collezione Autunno-Inverno

La collezione Woolrich Woolen Mills per l’autunno-inverno 2008/09 trae ispirazione dal mondo americano sportivo degli anni ’20 e ’30. Attività outdoor come la pesca e la caccia, che in Inghilterra in epoche precedenti erano state un passatempo per ricchi, venivano vissute in America come attività molto più accessibili, rispecchiando tuttavia il caratteristico stile inglese. Gli americani adottavano lo stile sartoriale inglese interpretandolo in modo meno rigido e più casual.

Al tempo era ancora in voga uno spirito romantico e cavalleresco da Gentleman. Gli uomini indossavano cravatte e papillon con giacche da pesca e da caccia. L’abbigliamento sportivo aveva caratteristiche "low tech" piuttosto rudimentali a beneficio di un’elegante naturalezza.

L’unione di questo antico fascino europeo con il lifestyle dei lavoratori americani è il punto di partenza di questa collezione.

La collezione propone il "Pennsylvania Tuxedo" nella sua interpretazione più autentica; camicia da smoking in cotone chambrey e cravatte in lana. Tessuti in lana realizzati a Woolrich, in Pennsylvania, uno degli ultimi lanifici rimasti negli Stati Uniti, ed uno dei pochi al mondo nella produzione di filati in lana di alto pregio.

 

Disegni Vintage, dotati dall’inizio del secolo fino agli anni ’50, come il Black & Red Herringbone, il Broken Herrungbone, e gli Shadow Plaids.

La collezione Woolrich Woolen Mills per l’autunno-inverno 2008/09 riporta lo stile sportivo all’eleganza dei Gentlemen, all’epoca dei "Good Old Days".

Nell’era della tecnologia estrema, non vogliamo dimenticare il fascino, la naturalezza e il carattere dell’antico sportswear "Low tech"

La collezione è stata presentata in una splendida cornice, corredata dalle fotografie di Bill Owens a Milano.

Bill Owens ha dipinto la vita dei quartieri americani periferici dei primi anni ’70 nella memorabile e autentica raccolta fotografica Sububria (1972). Lavorando come fotografo per un quotidiano locale, Owens iniziò a documentare le comunità neo-trapiantate che iniziavano a riflettere un nuovo lifestyll americano. Sububria fu la prima di una serie di ricerche da parte di artisti che cercavano di registrare gli aspetti banali e al tempo stesso meraviglioso del mondo moderno. Il Los Angeles Time commentò che l’opera suscitava "pena, disprezzo, ilarità e auto-consapevolezza. L’influenza di Owens è stata enorme negli anni ’70 specialmente nel modo di rappresentare la classe media."

Le sue foto sono state esposte in tutto il mondo e fanno parte di molte collezioni di gallerie e musei tra cui il Museum of Moderm Art a New York, il Berkeley Art Museum, il Los Angeles Country Art Museuym, ecc..

 

For more info www.billowens.com

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy