Renè Caovilla: simboli di nobiltà

Renè Caovilla: Lusso proustiano. Lo sfarzo degli Zar. Le luci da Mitteleuropa. La corte di Versailles. La Golden Age elisabettiana.

Lusso proustiano. Lo sfarzo degli Zar. Le luci da Mitteleuropa. La corte di Versailles. La Golden Age elisabettiana. I palazzi di un Maharaja. Si svela il nuovo entourage aristocratico nell’atelier di René Caovilla. Che compie un viaggio nel mondo della nobiltà, giocando con simboli regali. Broche da visita ufficiale usate per incoronare sandali. Pelliccia per ritrarre la nuova Reine Soleil. Fiocchi micro-plissettati o in cristalli da un abito couture. Luminosi come stelle di un cielo elitario. Presentati come in un rito monarchico, su tronetti di velluto per i monili reali. Chic & Royalty.

GALERIE DES GLACES

. La Galleria degli Specchi si riflette in soulier-gioiello. Il décor costruisce mosaici preziosi in cristalli Swarovski. Con una base notturna che esalta i ricami di pietre tagliate come diamanti.

REBELLE EPOQUE

. Il lato iperfemminile del mondo dandy ritorna con il pizzo nero, simbolo peccaminoso e intellettuale allo stesso tempo. Per lo stivaletto che ha un segreto: unisce una décolleté dal tacco affilato con una ghetta. Very Oscar Wilde.

IL BALLO DELLE DEBUTTANTI

. Nastri haute couture. Velluto e seta come impone un cerimoniale high society. Nero e grigio perla, simboli di un’eleganza diplomatica. E fiocchi importanti che fanno pendant con una mise dall’aplomb reale.

DIVA

. Ovviamente Maria Callas. Dallo stile preciso, affilato e romantico come un’opera lirica. Che rivive nella nuova drama-shoe: una décolleté con punta leggermente tagliata. E fiocco annodato sul retro. Da ammirare come il collo di una femme royale.

OMAGGIO A VALENTINO GARAVANI

. Si celebra il ricordo di un sodalizio importante, quello tra due maestri. Quando René Caovilla realizzava le chaussure del grande stilista della Dolce Vita. Un’intesa artistica durata 25 anni, dal 1975 al 1990, che viene festeggiata dalla riedizione di un modello d’archivio, tratto dalla sfilata Valentino del 1985. Bianco e nero con un fascino senza tempo. Petali di seta appoggiati uno sopra l’altro, come un fiore che sta sbocciando.

ORIENT EXPRESS

. Dalla Gare de l’Est di Parigi fino all’appeal misterioso di Istanbul, città-simbolo unione di oriente e occidente. Per un viaggio in nuove mete aristocratiche. Broche realizzate a mano incastonate nello zibellino da nobile di San Pietroburgo. Una nuvola di piume di marabù e seta maculata per celebrare nuove Regine d’Africa. Pietre colorate disposte a pavé multicolor, come un gioiello indiano.

QUEEN JEWELS

. Il celebre Snake Sandal rinasce con una nuova vena di seduzione. Con un ramage prezioso, acceso da strass, uscito da una cassaforte. Con una costellazione di perle di Maiorca. Con cristalli come una tiara rubata dai gioielli della regina.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy