E' tempo di crisi: Mediaset dopo 11 anni chiude Centovetrine

E’ tempo di crisi: Mediaset dopo 11 anni chiude Centovetrine

Dopo quasi undici anni Mediaset decide lo stop. I lavoratori: «Scelta assurda, facciamo più ascolti di Beautiful»

E' tempo di crisi: Mediaset dopo 11 anni chiude CentovetrineMediaset dopo 11 anni chiude Centovetrine:  la serie ambientata in un centro commerciale era cominciata l’8 gennaio del 2001.  Finisce cosi  Centovetrine, la soap Made in Italy.

Dopo quasi undici anni Mediaset decide lo stop. I lavoratori: «Scelta assurda, facciamo più ascolti di Beautiful»
Cala il sipario sulla soap opera tutta italiana in onda da 11 anni su Canale 5. Il Biscione ha deciso di bloccare la produzione della serie Centovetrine che  ha superato le 2.500 puntate, continuando sempre a fare buoni ascolti.

I lavoratori hanno preso male la decisione e ora si chiedono per quale ragione l’azienda abbia deciso di porre fine a una produzione tutta italiana, quando invece “Continua a mandare in onda una serie straniera come Beautiful che, a quanto ci risulta ha dei costi più elevati e fa meno ascolti”. Anche gli ascolti sono buoni.  Ogni giorno questa soap made in Italy appassionava oltre 3.500.000 spettatori con una media del 22% di share superando anche la concorrenza proprio della superproduzione americana di Beautiful.

Nata l’8 gennaio 2001 dopo la fortunata serie Vivere, Centovetrine ha ottenuto fin dai primi tempi ascolti che l’hanno portata ad essere un programma leader della fascia pomeridiana di Canale 5. La soap ha raccontato le vicende delle famiglie Ferri, Grimani, Della Rocca e Castelli che si sono succedute e alternate alla guida del gruppo finanziario titolare del centro commerciale, fulcro della storia.

L’anno scorso, in occasione del decennale, il vice presidente di Mediaset Pier Silvio Berlusconi aveva definito Centovetrine “un caposaldo dell’industria televisiva italiana”. Ma già due anni fa, hanno denunciato i lavoratori, “erano stati ridotti i costi del 30%, sacrificando molte riprese in esterna”, ma, nonostante questo, Centovetrine ha sempre mantenuto ottimi ascolti. Adesso gli studi di Telecittà, alle porte di Torino, chiuderanno i battenti, lasciando a casa 300 persone in un momento molto delicato di crisi generale.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy