A-lab Milano in passerella alla London Fashion Week

La moda tra rigore e stile: A-lab Milano in passerella alla London Fashion Week

I giovani designers italiani esporranno le loro creazioni in occasione della London Fashion Week, (dal 22 al 28 febbraio) all'interno del progetto International Fashion Showcase

 A-lab Milano in passerella alla London Fashion Week

Uno sguardo nostalgico e retro che rilegge iconiche dark lady vestite di chemisier hyper femminili o tubini total black con raffinate trasparenze in pizzo.

Austerità creativa degli anni ’40 e rigida purezza di un lontano medioevo giapponese, in una contaminazione continua tra linee, volumi e codici creativi. Questi sono gli elementi che contraddistinguono la nuova collezione AI 2012-13 del marchio A-lab Milano, composto da Alessandro Biasi e Simona Costa.

I giovani designers italiani esporranno le loro creazioni in occasione della London Fashion Week, (dal 22 al 28 febbraio) all’interno del progetto International Fashion Showcase del British Council e del British Fashion Council, grazie all’iniziativa Vogue Talents. Sarah Mower, BFC Ambassador for Emrging Talent ed una giuria di professionisti sceglierà il paese che avrà presentato la migliore “squadra” di designer.

In passerella sarà possibile vedere la nuova linea del brand A-lab Milano: uno sguardo nostalgico e retrò che rilegge iconiche dark lady vestite di chemisier hyper femminili o tubini total black con raffinate trasparenze in pizzo. Le contaminazioni proseguono con gli effetti materici usati per gli ampi cappotti oversize sottratti al guardaroba maschile dei militari e per i giubbini minimal che sembrano ricordare le armature dei samurai.

Il gioco della collezione – tra rigore e sensualità – alterna tessuti tradizionali a materie tecniche presentando uno straordinario equilibrio tra jersey stampato all over, un panno di lana stampato – sia per gli esterni che per gli interni – e l’eleganza estrema del pizzo couture o del sablé di seta.

Le interpretazioni dei designer sono quelle di un inverno che punta agli estremi, anche nei colori: sfumature della terra che passano dal ruggine, al beige, dal marrone all’ocra, senza dimenticare i toni in stile bellico del grigio e del nero.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy