Mostre: da Garibaldi a D’Annunzio, i grandi italiani si raccontano con le ultime volonta'

Mostre: da Garibaldi a D’Annunzio, i grandi italiani si raccontano con le ultime volonta’

Mostre: da Garibaldi a D’Annunzio, i grandi italiani si raccontano con le ultime volonta'

Mostre: da Garibaldi a D’Annunzio, i grandi italiani si raccontano con le ultime volonta'

“Il mio cadavere sarà cremato con legna di Caprera nel sito da me indicato con asta di ferro ed un pizzigo di cenere; sara’ chiuso in urna di granito e collocata nella tomba delle mie bambine sotto l’agaccio ivi esistente. La mia salma vestira’ camicia rossa”. Recita cosi’ l’ultimo testamento olografo di Giuseppe Garibaldi, ricevuto nel 1882, anno della sua morte, da Gaetano Cattaneo, notaio in Codogno. Ed e’ solo uno dei ‘Testamenti di grandi italiani’ esposti nella mostra che apre i battenti domani, a Roma, all’Archivio Storico Capitolino. La prima raccolta pubblica di testamenti originali, che intende tratteggiare la dimensione umana di grandi personaggi noti principalmente per le loro virtu’ pubbliche.

L’esposizione, realizzata nell’ambito delle celebrazioni dei 150 anni dell’Unita’ d’Italia, e’ curata dal Consiglio nazionale del Notariato e dalla Fondazione italiana del Notariato, ed e’ organizzata in collaborazione con l’Unita’ tecnica di Missione 150 della presidenza del Consiglio dei ministri e con l’assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico di Roma Capitale. Sara’ aperta al pubblico tutti i giorni dalle 10 alle 18, fino al 17 marzo, in piazza dell’Orologio 4, a Roma. In esposizione i testamenti di: Giovanni Verga, Luigi Pirandello, Giuseppe Zanardelli, Gabriele D’annunzio, Lina Cavalieri, Enrico Caruso, Enzo Ferrari, Giovanni Pascoli, Giuseppe Verdi, Papa Giovanni XXIII, Enrico De Nicola, Camillo Benso Conte di Cavour, Grazia Deledda, Guglielmo Marconi, Alfonso La Marmora, Eduardo Scarpetta, Giovanni Agnelli Senior, Giorgio Ambrosoli, Alcide De Gasperi, Alessandro Manzoni, Giuseppe Garibaldi, Gioachino Belli, Antonio Fogazzaro, Ettore Petrolini, Papa Paolo VI.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy