Al WHITE Milano (25-26-27 Febbraio 2012) Sylvio Giardina in collaborazione con stato di Famiglia presenta a BASEMENT, l’installazione sonora “Crochet de Lunèville – Studio in fugato per otto ricamatrici e telaio amplificato”.

L’installazione è il frutto della performance presentata presso il Palazzo delle Scienze – Museo Pigorini di Roma nel 2011, in collaborazione con Alta Roma Alta Moda e Silvia Venturini Fendi.

Il progetto presentava otto ricamatrici professioniste, disposte attorno ad un telaio appositamente realizzato, impegnate contemporaneamente nella realizzazione di un grande decoro “a crochet de Lunèville”, che ricalcava uno spartito di John Cage.

L’intenzione di Giardina è quella di affidare alla percezione sonora, la capacità di tramandare a distanza di tempo l’immagine di quell’azione corale il valore del lavoro collettivo e la tradizione del ricamo, tecnica di ornamento legata a stretto filo alla moda e, al contempo, portavoce di tradizioni e culture, vicine e lontane, popolari ed aristocratiche e che, condivisa storicamente da antiche civiltà viene oggi adottata dall’arte contemporanea come forma espressiva.

Categorie: Curiosità Tag: .

Articolo pubblicato da
in data: