bottega veneta - sfilate Autunno-Inverno 2012/2013

Precisione rigorosa e fascino disarmante per Bottega Veneta

Sfilata Bottega Veneta - collezione donna autunno inverno 2012/13 - Classe, stile e rigore, sulle passerelle di Milano Moda Donna sfila la collezione rigorosa e sensuale di Bottega Veneta.

bottega veneta - sfilate  Autunno-Inverno 2012/2013

Classe, stile e rigore, sulle passerelle di Milano Moda Donna sfila la collezione rigorosa e sensuale di Bottega Veneta.

Per l’Autunno-Inverno 2012/2013 la Maison presenta una collezione di precisione rigorosa e fascino disarmante.

La silhouette è lunga e nettamente delineata, con spalle strette e squadrate, maniche aderenti, vita sottile e fianchi leggermente evidenziati.

I pantaloni sono asciutti mentre le gonne e gli abiti sono tagliati sotto il ginocchio, spesso con una leggera svasatura sul retro. Nel complesso il look è raffinato e coperto.

Predominano tonalità scure come il nero, il marrone castagna, i blu tormalina e Bering, il verde bosco. Accenti occasionali di prugna, malva, foglia o arancio bruciato interrompono la palette intensa, alternati a nuance neutre come grigio-beige Gainsbourgh e grigio Shadow che creano uno sfondo pacato.

I materiali sono eccezionalmente corposi e opachi: lane compatte, crêpe di varie fibre intessute fittamente e densi velluti giapponesi.

La luminosità è creata da paillettes, perline e fili metallici, mentre frange, sfilacciature e ricami vellutati suggeriscono effetti tridimensionali.

Tutti gli elementi sono usati per creare le forme e le linee, dando alle superfici un valore enigmatico e multidimensionale.

Le borse sono morbide, da portare a mano, realizzate artigianalmente attraverso mix di intrecci e passamanerie.

Una clutch orizzontale, destrutturata ma sagomata, può ritenersi il modello più importante della stagione.

Gli stivali hanno tacchi bassi e di varie altezze; le Mary Jane sono multicolor oppure ricamate.

I gioielli, in contrasto con le superfici sobrie dei tessuti, risplendono attraverso il bagliore lucente dell’argento e dell’oro bianco, oppure attraverso lo scintillio del cristallo di rocca, dell’agata e di pallide pietre semi-preziose.

“Questa stagione abbiamo adottato un approccio molto diretto al corpo”, afferma il Direttore Creativo Tomas Maier. “Il look è coperto e i materiali sono virtualmente impenetrabili, ma l’effetto è estremamente fisico”.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy