Sei grandi architetti raccontano il volto di Roma contemporanea

Sei grandi architetti raccontano il volto di Roma contemporanea

Dal 3 marzo al 26 maggio prossimi al MAXXI Architettura si apre al pubblico il ciclo di conversazioni sull’architettura contemporanea di Roma, dal titolo Roma Metropoli,

Sei grandi architetti raccontano il volto di Roma contemporanea

Dal 3 marzo al 26 maggio prossimi al MAXXI Architettura si apre al pubblico il ciclo di conversazioni sull’architettura contemporanea di Roma, dal titolo Roma Metropoli, a cura di Alessio Rosati. Sei famosi architetti sono invitati ad illustrare ai visitatori le storie, i cantieri, i progetti e gli aneddoti delle opere realizzate a Roma negli ultimi anni, o in corso di realizzazione, che hanno modificato le sembianze della capitale in quella di una metropoli.

Sabato 3 marzo nell’Auditorium del MAXXI alle ore 11.30 si terrà la prima conversazione con l’architetto Paolo Desideri, che ha disegnato la Nuova Stazione Alta Velocità Roma Tiburtina, nonché il primo scalo ad alta velocità realizzato in Italia. Il progettista descriverà al pubblico la sua opera, che, unendo i quartieri di Nomentano e Pietralata, è costituita da un ponte di cristallo sospeso sui binari, con otto volumi destinati ad accogliere negozi e servizi integrati e 52 scale mobili e 29 ascensori per i collegamenti.

Seguiranno fino al 26 maggio gli appuntamenti con Franco Purini, Alfonso Femia e Gianluca Peluffo (5+1AA), Juan Navarro Baldeweg, Maximiliano Pintore e Massimiliano Fuksas: i maestri racconteranno i loro concept progettuali, gli sviluppi in fase d’esecuzione e i dettagli di realizzazione dialogando con il pubblico. Al termine di ogni incontro, infatti, saranno accolte domande e dibattiti.

Ogni conversazione sarà presentata da Margherita Guccione, Direttore del MAXXI Architettura o da Pippo Ciorra, Senior Curator del MAXXI Architettura e le opere oggetto di dialogo saranno di volta in volta, il grattacielo Eurosky Tower, la nuova sede dell’Agenzia Spaziale Italiana, il rinnovamento della Biblioteca Hertziana, il Ponte della Scienza e il Nuovo Centro Congressi EUR.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy