La7 passerà di mano?

La7 passerà di mano? Domani si saprà qualcosa di più

In televisione: La7 passerà di mano? Domani si saprà qualcosa di più . “La rete non si trasformerà in una “TeleRepubblica”.

La7 passerà di mano?

Il presunto passaggio dell’emittente La7 dalle mani (mai troppo materne a dire il vero) di Telecom Italia Media a quelle di qualche altro gruppo o tycoon televisivo più ben disposto nei suoi confronti, è uno di quei tormentoni che ciclicamente coinvolge stampa, televisioni e web.

La puntata più recente di questa telenovelas, anzi recentissima – è di qualche giorno fa – prevede che a papparsi la rete definita il “salotto della tv italiana” sia il Gruppo espresso di Carlo de Benedetti.

Sarà vero? Naturalmente l’ingegnere smentisce e allora dietro di lui spunterebbero altri nomi come l’editore e presidente del Torino, Urbano Cairo, il produttore cinematografico tunisino Tarek Ben Ammar – amico e socio di Silvio Berlusconi, Insomma il diavolo e l’acqua santa. Per il momento l’unica probabile è che domani TIMedia annuncerà la scissione della parte infrastrutturale da quella editoriale, esattamente come è trapelato da alcune indiscrezioni. Questo vuol dire La7 e Mtv verranno staccate dagli assets di Telecom Italia Media Broadcasting, assets importanti visto che ammontano a tre multiplex (frequenze digitali) e alcune torri di trasmissione. Una ipotesi sul campo è che TIMedia voglia far confluire le infrastrutture in un’unica società, in cui entrerebbe anche il gruppo l’Espresso con i suoi due multiplex. Ma anche su questo è arrivato un “No comment”.

Nel frattempo gli opinionisti di punta di La7 si scatenano. Sul Corriere Gad Lerner torna a bomba su un possibile acquisto di La7 da parte dell’Espresso. “So che il gruppo l’Espresso ha studiato i bilanci. Guardando ai fatturati delle due aziende a me sembrano entità non facilmente integrabili- commenta- Altra questione è la nascita di una nuova società di infrastrutture televisive con i multiplex di Telecom Italia Media e altri azionisti, tra cui anche De Benedetti”. Enrico Mentana, direttore del Tg di La7, in un’intervista a Il Giornale, si dichiara contento di una possibile vendita dell’emittente a “Un nuovo editore che voglia impegnarsi visto che ormai non verrebbe più visto come parte di un disegno per detronizzare Berlusconi”. Ma poi ci tiene a sottolineare che anche se De Benedetti acquistasse la7, “La rete non si trasformerà in una “TeleRepubblica”.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy