io, l’altro Mercoledì 8 maggio 2007

Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Sociologia,Dipartimento di Sociologia G.Germani E OCS- Osservatorio Comunicazione  e Società
Incontro con Mohsen Melliti, Raoul Bova, Giovanni Martorana.

Mercoledì 8 maggio 2007, 0re 15.00 presso Cinema Astra, Via Mezzocannone – Napoli

Intervengono:  Enrica Amaturo – Preside della Facoltà di Sociologia – Gabriella Gribaudi -Direttrice del Dipartimento di Sociologia -,Luigi Mascilli Migliorini -Presidente del corso di laurea sul Mediterraneo dell’Orientale – Raffaele Porta – Presidente dell’Osservatorio Euromediterraneo e del Mar Nero, Gianfranca Ranisio – Docente di Antropologia Culturale – conduce Roberto Race Presidente OCS- Osservatorio Comunicazione e Società.

La storia

"Io, L’altro", il film che sarà nei cinema italiani dal 18 maggio, è la storia di due amici Giuseppe e Yousef. I due – vittime collaterali – vivono sulla loro pelle la cosiddetta guerra di civiltà. Lontani dalla terra, in mezzo al mare, si abbatte su di loro un sospetto che viene dalla terra ferma devastata dalla guerra. Yousef e Giuseppe sono amici di lunga data. Lavorano insieme da più di dieci anni. Dopo molti anni di sangue e sudore trascorsi sotto “Padrone” , i due amici decidono di mettersi in proprio acquistando un piccolo peschereccio usato che ribattezzano Medea. Ma dopo i fatti drammatici dell’undici settembre, il mondo sembra essere cambiato in tutto. Ogni dimensione della vita è invasa da questa condizione di guerra asimmetrica e permanente capace di gettare i suoi sospetti ovunque.

E quando il mondo è sconvolto dall’ennesimo attentato terroristico, e durante una battuta di pesca la radio traccia il profilo del terrorista ricercato dalla Polizia internazionale, il seme del sospetto e della paura travolgerà le loro vite.

Per loro è una giornata e una notte di confronto drammatico e violento l’uno contro l’altro, con tutti i loro pregiudizi e con la loro cultura che riaffiorano dall’oscurità delle loro anime esasperate riportando sulla barca il simbolo del conflitto attuale di civiltà

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy