Ha aperto i battenti l’82esima edizione di Pitti Uomo.
La prestigiosa kermesse che si rinnova ogni stagione della moda maschile – in programma a Firenze dal 19 al 22 giugno – con in mostra il meglio delle collezioni uomo primavera estate 2013.

Pitti Uomo 82 conferma la vocazione sempre più internazionale del salone. Alla Fortezza da Basso sono previsti  1.024 i marchi con espositori ( 36,6% del totale) e buyers (37,2% del totale) provenienti dall’estero sono infatti in continuo aumento. Non mancheranno naturalmente anche 70 collezioni donna protagoniste a Pitti W in questo caso ospitate alla Dogana.

Questa edizione sarà caratterizzata da un tema che accomunerà tutti i partecipanti alla manifestazione: il gusto, inteso come piacere per i prodotti della terra e per quelli scaturiti dalle mani dei creatori di moda. Fashion e cibo dunque, una connessione che al Pitti Uomo prende forma attraverso un’installazione singolare: un orto dove la faranno da padroni molti spaventapasseri colorati.

Luogo-manifesto di WonderFood Pitti sarà il grande piazzale della Fortezza da Basso, davanti al Padiglione Centrale, dove, attraverso un progetto di Oliviero Baldini, verranno allestiti orti incredibili ma veri, vigilati da 35 spaventapasseri-manichini vestiti con gli abiti che per loro realizzerà una selezione di brand internazionali scelti tra le aziende che espongono a Pitti Uomo.

I 35 spaventapasseri-manichini diventeranno per le aziende di Pitti Uomo un’occasione e un mezzo originale per esprimersi ed essere presenti al salone. L’atmosfera di WonderFood Pitti sarà ricreata anche in Dogana, visto che il tema sarà presente anche nel salone donna.

Durante la manifestazione molte aziende festeggeranno anniversari importanti come quello di WP Lavori in Corso che festeggia i suoi 30 anni e presenta la prima collezione realizzata per l’iconico brand Baracuta, nuovo acquisto della sua scuderia. Mentre Stone Island, in collaborazione con Fondazione Pitti Discovery, mette in mostra i suoi 30 anni di storia e sperimentazione tessile con una grande mostra-evento alla Stazione Leopolda e un libro.

L’evento più atteso è il ritorno sulle passerelle fiorentine di uno dei maestri del gusto made in italy: la presentazione della nuova collezione maschile di Valentino La sfilata è prevista per l’ultimo giorno della kermesse, mercoledì 22 giugno.

Tra i guest designer della kermesse:  la maison parigina Carven, che promuoverà un evento speciale nella sera di giovedì 21 giugno, e Peter Pilotto, fashion brand creato dall’eclettico duo Peter Pilotto e Christopher De Vos, celebrati nella sera di mercoledì 20 giugno.

7 For All Mankind ha scelto invece Pitti Uomo per presentare in anteprima la sua nuova collezione e il suo mondo; Ben Sherman presenta EC1, il lancio internazionale del nuovo progetto uomo di Ben Sherman, all’interno di uno spazio speciale in Fortezza: la Cannoniera. E ancora G-Star presenta la RAW Denim Dome: una mostra-evento allestita negli spazi della Sala Ottagonale della Fortezza da Basso. Il marchio contemporaneo di denim, mettera’ in mostra alcuni esempi delle infinite possibilita’ artigianali della materia prima utilizzata nelle sue collezioni – il RAW denim.

Le novita’ non finiscono qui: negli headquarters di Pitti Immagine ci sara’ la presentazione della nuova capsule di Dockers ai migliori retailer internazionali; Yasuhiro Mihara presenta un progetto dedicato al mondo delle calzature; anteprima europea di Deus Ex Machina, marchio australiano di culto per bikers, riders e surfisti. In questa edizione nasce anche una nuova partnership con yoox.com e l’Alternative Set, un programma di temporary events e installazioni in spazi particolari all’interno della Fortezza da Basso e in Dogana.

Torna poi a Pitti Uomo di Edun, brand eco-fashion creato da Ali Hewson, moglie di Bono Vox; anteprima europea di Scott James, brand statunitense che presentera’ il suo total look all’interno di uno spazio alle Costruzioni Lorenesi; lancio esclusivo della nuova collezione di Dekker, all’interno di uno spazio autonomo, la Sala dell’Arco. E ancora, rientra da Siviglia, e partecipa a Pitti Uomo con il progetto di pantaloni e accessori Siviglia White, la linea cutting edge del marchio, risultato di un biennio di ricerca e sperimentazione sul luxury vintage.

Non poteva mancare Who is on next? Uomo giunto alla quarta edizione, il progetto destinato alla ricerca di nuovi talenti, vede la collaborazione di Pitti Immagine Uomo, Altaroma e L’Uomo Vogue. Ma non è il solo spazio dedicato ai giovani. La sezione My Factory infatti darà voce agli stili emergenti, e alcuni tra i più vivaci laboratori creativi del segmento urban e sportswear, mentre New Beat(s) ospiterà i debutti assoluti provenienti da tutto il mondo.

Da segnalare anche il debutto in anteprima mondiale di Hancock, la collezione disegnata da Timothy Everest; il rientro di un marchio prestigioso come Pirelli PZero, con uno spazio importantein Fortezza; la presentazione della linea premium di calzature uomo firmate Cesare Paciotti.

Pitti Uomo 82 riserverà un importante spazio ai grandi nomi dell’informal, tra gli altri: Blauer, C.P. Company, Car Shoe, Carhartt, Edwin, Fred Perry, Gant, Henry Lloyd, K-Way, North Sails e Pepe Jeans.

Categorie: Pitti Uomo.

Articolo pubblicato da
in data: