Silata Luciano Soprani – Milano moda donna – F/w 2007/08

Siderale. Architettonica. Ipnotica. Infiammata dagli accenni di una sensualità intellettuale. Come la Catherine Deneuve di Miriam si sveglia a mezzanotte. Darkish, perfetta. Perché la strada scelta dalla maison Luciano Soprani per l’autunno inverno 2007-08 ha una matrice precisa, affilata, con un mantra scelto dallo stilista Alessandro Turci: Young Couture. Ossia declinare in chiave contemporanea costruzioni impeccabili, matrice sartoriale, anima di ricerca, che parte dalla sperimentazione nei tessuti. Con acuti nelle lavorazioni a telaio giapponese e con i new double, che affiancano stretch e lana. La silhouette compie un percorso spazio-sensoriale per esaltare le linee del corpo. I tagli sono decisi. Il cappotto ha maniche a kimono, accende una vena jap ripresa da dettagli origami e microplissettature di un top in cotone. Il coat scopre un cappuccio che incastona il viso in un oblò da space age. I riflettori si accendono su un must di stagione, il nuovo montgomery reso femminile dall’abbinata di maglia e panno.  La vita si abbassa in chiave anni 20 negli abiti-tunica dalla scollatura incorniciata da una costruzione draping, drappeggio. Neri e falsi neri si accostano per un ladylike dalla piacevole severità, con camicetta lucida dal collo arricciato e manica bombata abbinata a una gonna rigorosamente corta, con un motivo jacquard finestrato giocato ton sur ton.
La palette spazia tra black, blu, argento, fango, crema e oro anticato per le paillette. Che chiamano la luce come le lane spalmate dall’effetto liquido Le sovrappossizioni diventano una questione di stile, con il capospalla dal collo a cratere, da portare con un mini-abito impalpabile su pantaloni di lino invernale, usato anche per le rivisitazioni del classico smoking maschile. Perché la donna Soprani rivela un appeal mannish. E anche il lungo abito da sera viene sostenuto da bretelle incrociate sulla schiena come una salopette. Per tracciare le coordinate della nuova personalità couture.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy