ROMEO GIGLI UOMO A/I 2007/08

Un uomo con voce baritonale, che non si veste per gli altri ma per se stesso. Non ha bisogno di status symbol, non è frivolo, non è convenzionale, è morbido, non ha bisogno di cravatta, né di riga ai pantaloni- ma potrebbe  anche contraddirsi. Ha scarpe comode, ha il cappello floscio, possiede un guardaroba che non passa di moda ma che invecchia bene. La sua ricchezza è la libertà di essere come vuole, non è un macho palestrato, entra nel suo guardaroba bendato, sceglie a caso, ed esce elegante, sempre. In un momento storico in cui l’uomo è diventato una mezza figura, si avverte la necessità di eliminare l’equivoco, e di identificarlo come maschio, senza che venga  rainteso”

LA SILHOUETTE: pensata per un uomo imperfetto. Morbida e confortevole, giocata sulle sproporzioni, sugli opposti. I volumi sempre ampi. Cappotti grandi e accoglienti, con la martingala. Mantelle con fodere contrastanti, accappatoi in cashmere.

GLI ACCESSORI: cappelli flosci di feltro, opachi e non rifiniti. Scarpe comode, dalla pianta larga, solida, per percorrere le vie del mondo,cravatte intrecciate.

LE CARATTERISTICHE PRINCIPALI: è una collezione semplicemente sofisticata. Unisce doti di funzionalità, tipiche del pret a porter a quelle di  unicità della sartoria. La cura maniacale del particolare applicata a un moto     di ironia,la tradizione affiancata al design e ciò che è più conosciuto finisce    con il riservare sempre una sorpresa.

I COLORI: vivi e naturali delle terre. Sono organici, simili a quelli del Mantegna. Verdi che diventano verdini, e poi blu. Il blu vira al viola che  scivola nel marrone fino a sfumare nel beige o nel bianco. La successione   logica di nuances crea un ritmo, che viene spezzato improvvisamente da lampi rossi dissonanti.

I MATERIALI: leggeri, caldi e preziosi. Quelli che durano nel tempo, perché senza tempo. I più nobili. Il cashemere, il jersey, il velluto a costa larga. La maglieria è grossa, come fatta a mano, o sottilissima. Un gioco di tromp l’oeil ironizza e confonde sui pesi differenti di filato e sulla lavorazione.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Ti potrebbero interessare…

Le sfilate del 24 settembre

Le sfilate del 24 settembre 2017

Sfilate Moda Donna Milano del 24 settembre, si alternano le firme più prestigiose e le modelle più belle ma l’attenzione è, ovviamente, tutta per i vestiti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy