Sfilata Laura Biagiotti Uomo – P/E 2008

La moda è un rompicapo dalle mille soluzioni possibili! Laura Biagiotti lancia il BABY BOY e si ispira al cubo di Rubik* che, rivisitato in versione fluo, detta la nuova palette con colpi di colore accesi e segnaletici, accostati al nero e al bianco Biagiotti, con un tocco di bronzo militare che sfuma nel rosa.
E’ questo lo spunto della collezione Biagiotti per l’estate 2008, che ricontestualizza il guardaroba maschile facendo coesistere, in un puzzle di contrasti, mondi classici e visioni contemporanee, volumi slim e over, trasparenze e pesantezze, capi formali accostati a pezzi informali.

L’Uomo Biagiotti è un BABY BOY e affida il suo messaggio alla polo-parlante, lavorata all’uncinetto, da indossare con la canotta in seta a contrasto. L’eleganza vivace del BABY BOY gioca con accostamenti di rosa e turchese, interagisce con lo sportswear, punta sul pull Rubik con profondo scollo a V a bande colorate. Predilige felpe over che hanno le tascone come un grembiule, zaini e maxi borse che si aprono come libri, sneakers e mocassini in pelle con banda di gomma fluo logata, occhiali a goccia con lenti specchiate e non rinuncia agli shorts anche con il blazer.

I bermuda hanno doppia impuntura, e sono definiti letteralmente “demi-classic”, tagliati di netto da un colpo di forbice. Gli shorts compongono un inedito kit da ufficio con la camicia in popeline, il pull a V, la giacca smilza a due bottoni o il blazer safari con tre tasche. I pantaloni lunghi sono slim nel completo, mentre nella versione week end metropolitano sono morbidi e oversized, in canvas, arrotolati al polpaccio. La camicia classica ha la banda che ricopre i bottoni, e si porta sui maxi bermuda con la cravatta e la micro sciarpa di maglia a contrasto.

Nuovi sguardi su filati e lavorazioni per la maglieria, bestseller del marchio, nel pull traforato che lascia intravedere la t-shirt fluo. La seta pura si alterna al cotone e al dolcetto, ottenuto con la mischia di cashmere e seta, e utilizzato per la sahariana di maglia. Un filo di lurex dona iridescenze e riflessi metallici ai maxi cardigan. Il pull con profondo scollo a V leggermente arrotondato si porta con la camicia o la t-shirt colorate a contrasto. La maglieria diventa una tirella di colori: bianco, nero, fuxia, turchese, giallo, verde acido, verde foglia.

Caban couture, in chiave techno-chic: la giacca-giubbino in cotone spalmato, il trench con e senza cappuccio, ed il parka lungo gommato, ridisegnato in versione estiva, diventano i pezzi fondamentali di una collezione che risente dei mutamenti climatici. Dai toni eccentrici del techno-style ai naturali mescolati con l’arancio, fino ai grezzi intensi vivacizzati da tinte forti: domina la leggerezza dei tessuti ipertecnici con spalmatura metallica.

La moda uomo non è più un esercizio elitario, ma diventa sempre più un laboratorio culturale per esprimere se stessi,  le proprie aspirazioni ed il proprio spirito ludico.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy