SFILATA GIOVANNI CAVAGNA – F/W 2007/08

La rivoluzionaria e controversa scrittrice francese Colette. Emblema delle prime rivendicazioni femminili dello scorso secolo. Simbolo travolgente di emancipazione, metafora di uno sfrontato e inedito sex- appeal.
Anni in cui cambia il costume, si ribaltano le idee della moda internazionale, stravolta, reinventata, trasformata.
Giovanni Cavagna ci riporta a quell’epoca suggerendo un nuovo ulteriore mutamento. Una rivoluzione glamour che passa attraverso la materia e la sua continua esplorazione.

La chiave di lettura
La Poesia, come mezzo e fine, come iato tra i rumori di quasi un secolo, come riferimento e luce.
Giovanni Cavagna lo ricorda in passerella con gli “abiti poesia”, i versi di “Questo Amore” di Jacques Prévert dipinti come parole sulla carta.
La Poesia solleva e stordisce, medica e ferisce. Ma non lascia mai soli.

Originalità ed innovazioni
Per Giovanni Cavagna evoluzione è un termine pragmatico, mai metaforico.
L’utilizzo di abiti costruiti con materie rivoluzionarie ne rappresenta uno degli aspetti più salienti.
L’abito profumato di ambra, tessuto con una fibra che ha insita la perenne fragranza della pregiata resina.
I capi in “non-pelliccia”, ottenuta da fibre naturali, fettucce di cachemire ricamate come celle di un alveare, filati trattati da mani artigiane.
Maglie dipinte a mano con colori naturali, le cui fantasie rivivono come su tele di un artista.

La collezione e le materie
Contraddizioni e contrasti di volumi, materie e costruzioni.
Dall’over allo skinny, dal leggero al pesante, lo scintillio e l’opaco, la tela e il tricot.
Abiti luminescenti e folgoranti di seta, viscosa, cachemire e mohair.
Lampi di seta e paillettes.
Top di tessuto infeltrito lavorato a mano.
Il Parka-Couture, glamour e fascinoso, in maglia inglese: colli esplosi, ripresi a onde e risvolti.
Pellicce e cappe di maglia in alpaca e fibra metallizzata, ottenute dall’esasperazione delle superfici dei filati o stilizzate da fettucce di cachemire.

I colori
Luminescenti e puri.
Ametista e caramello accendono i neri, i bronzi ed il cioccolato.

I dettagli
Pietre sfaccettate, quadrate, a baguette e tonde, illuminate da bagliori vitrei.
Evidenti collane di vetro interrotte da maxi boules di vetro soffiato.
Placche con effetto “occhio di tigre”ricamate su cachemire.
Cloches scolpite e tagliate con inserti di ricamo in jais.

Le filature
Giovanni Cavagna esprime la sua creatività ed originalità attraverso la collaborazione con le più importanti filature italiane.
Filpucci, Gruppo Lineapiù, Lanificio Dell’Olivo, Lora & Festa, Loro Piana, Manifattura Sesia, Millefili, hanno contribuito alla creazione di questa collezione grazie ad un continuo lavoro di ricerca e alla forza della loro storia.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy