Sfilata di Moda: Gai Mattiolo (Parigi) – p/e 2008

Le nuove regine d’Africa, donne evolute e dinamiche, avvolte in abiti leggeri e svolazzanti. Metri e metri di chiffon. 
Grande sartorialità. Drappeggi e morbide scollature sulla schiena. Linee fluide e sensuali lunghezze. Prezioso e unico l’abito lungo realizzato con 200.000 minuscole pepite d’oro.
Abiti al ginocchio ricamati in cristallo nei toni del verde dell’agave e del giallo dei brillanti.
Africa moderna e libera, padrona delle proprie ricchezze e non più selvaggiamente sfruttata.
Accessori che esaltano la bellezza e i materiali di una terra forte e contrastata.
Borse di paglia, cinture in legno e anelli di metallo.
Regali collane Masai indossate audacemente su abiti in rete di cristalli neri.
Voglia di libertà, un grido di rivalsa, gioia di vivere una nuova vita, quella negata dai potenti.
Tacchi altissimi. Vertiginosi. Realizzati con legni color teak, mogano, ebano.
Ma anche sandali in acero bianco, paglia intrecciata e vecchie cartucciere.
Tutto avvolto nei colori del rosso caldo della terra, del giallo della savana e dell’azzurro intenso del cielo.
La “mia” Africa, un’Africa libera.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy