BASHARATYAN V - collezione p/e 2013

La donna veste un abito da principessa siberiana per BASHARATYAN V

Moda Donna - Per BASHARATYAN V. Il punto di forza è la leggerissima “pelliccia estiva” su corpini e gilet; ma anche su gonne, tubini e top.

BASHARATYAN V - collezione p/e 2013La presentazione della nuova collezione di BASHARATYAN V è impattattante. Ad indossarla modelle spettacolari, tutte pallide, di carnagione chiarissima, con profondi occhi blu.

Queste le modelle che ha scelto Veronica Basharatyan, direttore creativo del brand inglese Basharatyan V., per rappresentare la sua principessa siberiana: evanescente e glaciale.

Difatti la collezione primavera/estate 2013 Basharatyan V è ispirata alla Siberia e si rivolge ad una surreale creatura che pare emerga dalle forme scultoree dei ghiacciai; per poi apparire come una giovane donna elegante, delicata e concreta.

Dune di sabbia morbide ed allungate; sullo sfondo, in lontananza, le cime innevate delle montagne siberiane, da cui s’intravede il rosa pallido di un sole che sorge.

Sono le “Sabbie del Chara”: un deserto unico e meraviglioso, che si forma naturalmente solo in un particolare momento dell’anno, nascosto in un angolo remoto del Sud-Siberia; ai confini con la Mongolia.
La Siberia è dunque il tema principale per la collezione primavera/estate 2013 privata però di ogni stereotipo culturale e contaminazione folkloristica.

Elemento chiave di questa collezione composta da 35 “looks” è una particolare tecnica di lavorazione, segno distintivo del brand, applicata sullo chiffon: trasformato come pelliccia nei volumi e nella morbidezza, e lavorato attraverso un intreccio “a fiocco” del filo di seta.

Il punto di forza è l’impalpabile, leggerissima ed inedita “pelliccia estiva” su corpini e gilet; ma anche applicata a ricamo e bordura su gonne, tubini e top.

La palette dei colori? Le sfumature del crema e del beige dorato del deserto, per poi rievocare il celeste delicato del cielo; fino a raggiungere quel blu particolare ed intenso della viola altaica e dei mirtilli del sottobosco siberiano.

Qualche inserto di bianco immacolato e di rosa tenero: proprio come l’accenno di un’alba sulle dune di sabbia ondulata.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy