Sfila Enrico Coveri

È il momento di flirtare, con leggerezza. Flirtare con la moda, perché è e deve rimanere uno svago, mai un obbligo. Flirtare con il proprio partner, anche se è il solito marito, perché appesantire l’amore non sempre aiuta a risollevarlo. Flirtare con tutti i piaceri della vita concedendosi di più per se stessi e per gli altri, perché aprirsi ad un orizzonte più vasto è l’unico talismano scaccia-crisi. Flirtare con i ricordi, con i valori, con la propria identità per ricrearne una nuova è l’arte della maison Enrico Coveri. Ecco perché per la nuova collezione Autunno/Inverno 2009/2010, Francesco Martini Coveri flirta con la leggera seduzione della femminilità Anni ’50, quella degli anni in cui il colore era un conforto (e può tornare ad esserlo) e non uno shock.
Il messaggio positivo è chiaro: anche nel nero c’è sempre un segno di colore.  

Le stampe/L’identità
Floreal cashmere – Verde, nero, miscellanea di colore alla menta interrotto da toni tenui, odorosi, floreali. Una stampa che segna la rottura del colore e porta leggerezza; l’imprinting orientale geometrico che si riversa ad arte sulle giacche taglio smoking.

Les jeux sont fait – I segni dell’azzardo sono i portafortuna del gioco della vita. Quadri e cuori;  i semi rossi impressionano i mini abiti da sera con balconcino di raso e gonna a sbuffo, i vestiti di paillettes con profonde scollature sexy oppure le impalpabili trasparenze dei top.

Le nuove trame, i nuovi intarsi.
Più valore alla camicia, più concetto sulla giacca, più estro agli accessori. I capi sono più elaborati e lavorati. I tessuti vengono impunturati da geometrie a contrasto di stoffe alternate tono su tono che rendono più intensa la costruzione.

La giacca firmata Coveri è un esempio della “Happy Couture” che la maison è capace di esprimere. Piccole, avvitate, stondate con revers a scialle, figlie dello smoking, capaci di vestire con maggiore ironia sartoriale. Le giacche sono un punto d’onore della collezione perché è con questo riferimento di base che si procede ad inventare i capispalla come i cappotti monopetto dalle maniche a tulipano o i piumini di vernice con colli preziosi e volumi ristretti.

Decolleté gioiello, stivali scamosciati, tacchi alti ma con punte soft. Le borse più voluminose diventano soffietti da tenere al guinzaglio, oppure pochette luminose stampa cocco. E per completare il look flirtante c’è la rete dei collant da alternare con quella delle catene bijoux con i simboli delle stampe.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Ti potrebbero interessare…

Le sfilate del 24 settembre

Le sfilate del 24 settembre 2017

Sfilate Moda Donna Milano del 24 settembre, si alternano le firme più prestigiose e le modelle più belle ma l’attenzione è, ovviamente, tutta per i vestiti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy