Nicolas Ghesquière, direttore creativo del brand lascia dopo 15 anni la maison alla quale era legato dal 1997.

I motivi non sono stati resi noti, si sa solo che a partire dal prossimo 30 novembre il designer francese, tra i più acclamati e valorizzati al mondo, non sarà più a capo della maison fondata nel 1937 dallo stilista spagnolo Cristobal Balenciaga.

La potremmo definire la fine di un’era creativa che lascia in eredità icone come la Motorcycle Bag, l’indimenticabile borsa a tracolla tanto amata dalle dive (ma anche dalle donne comuni) ed una griffe che sotto la sua direzione si è imposta al mondo come una delle più intraprendenti e rivoluzionarie deli ultimi due decenni.

E’ stato François-Henri Pinault, numero uno di Ppr (il gruppo che controlla il marchio) ad annunciare alla stampa il divorzio con lo stilista francese “Christobal Balenciaga è stato un maestro, uno di quei geni capace di donare alla moda avanguardia, tendenze e ispirazioni per intere generazioni di stilisti. Con un talento creativo incomparabile, Nicolas ha apportato un contributo artistico a Balenciaga davvero essenziale”.

Si, un contributo essenziale e concreto, dal momento che durante la gestione Ghesquière il brand è cresciuto quasi in maniera esponenziale, diventando un must have per ogni star, come per l’attrice Kristen Stewart, protagonista della serie Twilight ed attuale testimonial del profumo Florabotanica, la nuova fragranza griffata Balenciaga lanciata dal designer non più di paio di mesi fa.

Balenciaga, che oggi conta nel mondo 62 boutique monomarca con nuove aperture previste per il 2013, è un brand in espansione anche se i veri dati economici non mai stati resi noti e, come fa notare la giornalista de Il Sole 24 Ore, Paola Bottelli, si sa poco della vera redditività del brand che fa capo al gruppo Gucci.

Forse è proprio l’aspetto economico il perno sul quale è girata la ruota della fortuna tra brand e designer, o forse è solo voglia di nuovo, di rinnovamento, fatto sta che, dati economici o no, Nicolas Ghesquière lascia una pesantissima eredità al suo successore, quella di fare meglio o per lo meno, di mantenere il brand ai livelli qualitativi che ha raggiunto in questi ultimi 15 anni.

Categorie: Fashion News Tag: .

Articolo pubblicato da
in data: