Esce la biografia di Gianni Versace: Armani scrive la prefazione

Versace raccontato da Armani nella prefazione della sua biografia

Moda: Versace raccontato da Armani nella prefazione della sua biografia: parole sincere, delicate e cariche di ammirazione per il collega scomparso.

Versace raccontato da Armani nella prefazione della sua biografia
Esce la biografia di Gianni Versace: Armani scrive la prefazione.

Esce la biografia di Gianni Versace: Armani scrive la prefazione

Gianni Versace raccontato nella biografia scritta da Tony Corcia è una lettura da non perdere, ma se la prefazione è firmata da Giorgio Armani, allora diventa un libro-evento.

Armani non è solito commentare o anche solo parlare del lavoro degli altri stilisti, ma per Gianni Versace fa un’eccezione e scrive l’introduzione della sua biografia usando parole sincere, delicate e cariche di ammirazione per il collega drammaticamente scomparso.

La presunta rivalità tra i due massimi esponenti della moda made in Italy evapora tra le pagine introduttive di “Gianni Versace la biografia”, edito dalle Edizioni Lindau, in libreria dal 22 novembre, e rivela come Gianni e Giorgio si stimassero profondamente, pur non conoscendosi bene e frequentandosi poco. “ Il ricordo che ho di Gianni Versace è di una fantastica esuberanza – scrive Armani – un senso dell’allegria che mescola tutto… idee, arte, tendenze, con una sorta di vitalità noncurante. Versace era un grande designer e gli anni che passano non fanno altro che sottolineare il suo talento”.

Esce la biografia di Gianni Versace: Armani scrive la prefazioneA quindici anni dalla morte di Gianni Versace, assassinato a Miami nel 1997, esce la sua biografia per raccontare una vita dai toni favolosi e tragici, la storia di un ragazzo del sud, figlio di una sarta, che con la sua passione per la moda ha saputo diventare uno degli stilisti più acclamati del mondo. “Ha vestito le donne più importanti, da Madonna a Lady Diana – afferma l’autore del libro, Tony Corcia –  ma ha anche saputo disegnare costumi favolosi per i balletti di Bejart”.

Un talento eterogeneo e diverso da tutti, anche da Giorgio Armani, al quale negli anni d’oro della moda è stato spesso contrapposto: due personalità diverse tra loro, due stili diametralmente opposti, ma innegabilmente ambedue provenienti dalle stesse radici, quelle dell’unico, grande genio tutto italiano del saper creare moda.

Ti potrebbero interessare…

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy