THE BRANDERY ai nastri di partenza

Ai nastri di partenza “The Brandery”.
Martedì 7 luglio prende il via la nuova fiera dedicata alla moda contemporanea, che si terrà negli spazi di Montjuïc Fira Barcelona.
Sono in totale 110 i marchi. L’obiettivo a medio termine del salone, sostenuto dal Comune di Barcellona e dall’industria di settore, è diventare un punto di riferimento in Europa per il settore.

Tra i brand che dal 7 al 9 luglio presentano la loro creatività, all’Edificio 7 del polo fieristico di Montjuïc Fira Barcelona si annoverano leader come Custo Barcelona, Pepe Jeans, Armand Basi, Desigual, Sita Murt, American Vintage, Lacoste, New Balance, Reebok, La Martina e Cruyff Classic, per citarne solo alcuni. Il 45% degli espositori proviene dall’estero.

L’identità di The Brandery, creata con il sostegno del Comune di Barcellona, si fonda sul marchio come protagonista ed è definita come “post fashion circus”, inteso come nuovo scenario non basato esclusivamente sull’abbigliamento ma sui marchi e sulla gente che interagiscono nel contesto urbano arricchendolo con la propria personalità. POST FASHION incorpora un nuovo elemento: l’individuo, le persone, i consumatori. La gente che acquista marchi moda, che ne mescola altri, e che esprime la propria personalità come individuo creatore di tendenza. La strada è il CIRCUS.

Presenza internazionale a Barcellona

Durante la presentazione di THE BRANDERY, il direttore di Fira Barcelona, Agustín Cordón, ha spiegato che “qualche mese fa è stato preso l’impegno di evitare che Barcellona e Fira Barcelona lasciassero la loro posizione di primo piano nel competitivo mondo della moda ed ha poi sottolineato: “I risultati dimostrano che è stata una buona decisione e che gli sforzi di tutti gli interessati hanno consentito a Barcellona di mantenere la sua posizione nel calendario internazionale della moda”.

Il Direttore di Espansione di Fira Barcelona e Manager di The Brandery, Pere Camprubí, ha evidenziato che “il 45% dei marchi presenti a The Brandery sono stranieri”. Ha poi aggiunto: “Siamo certi che questa fiera sia sulla buona strada per diventare uno degli appuntamenti più importanti sul mercato europeo e che il numero di espositori aumenterà progressivamente”.
A questo proposito, ha inoltre affermato che “molti dei marchi che, per motivi di budget o di programmazione, non hanno potuto essere presenti a questa prima edizione di The Brandery hanno espresso l’intenzione di partecipare alla prossima edizione, prevista nel gennaio 2010”.

Il salone è strutturato in quattro aree principali. The Fira ospiterà la zona degli incontri commerciali nell’Edificio 7, nella parte alta degli spazi espositivi di Montjuïc, vicino alla Fontana Magica. Gli eventi e le feste, raggruppati sotto il nome The City, si terranno in varie zone di Barcellona, estendendo “l’effetto The Brandery” grazie ad una serie di iniziative legate a negozi, mostre e immagini di grande impatto visivo nelle strade e sugli edifici della città.
The Laundry, nel Padiglione Mies van der Rohe, sarà uno spazio di creatività e innovazione che ospiterà dibattiti e riflessioni sul fashion business e sul suo futuro, mentre Brandtown offrirà aree per il tempo libero, bar, ristoranti e zone di relax all’esterno dell’Edificio 7. La zona pass si troverà nell’Edificio 6.

Il mondo delle sneaker

I prodotti saranno esposti nei vari settori di The Fira, a seconda delle loro caratteristiche: The Cathedral sarà dedicato ai brand in cui il designer è il fattore determinante; The Loft presenterà gruppi di capi specifici; mentre The Warehouse sarà dedicato al denim.

The Outerspace accoglierà i marchi di “ streetwear” e il mondo delle sneaker e presenterà la Sneaker Expo, una collezione senza pari in Europa di oltre 700 modelli di sneaker suddivisi per decenni ad iniziare dagli anni Venti. Nell’area “Week After”, moda, arte, blog e riviste, insieme ai marchi leader del settore, creeranno un punto di incontro per proposte incentrate esclusivamente sull’ambiente urbano.

Ognuno degli spazi di The Fira è stato personalizzato in modo diverso dal famoso designer di interni Jay Arcos. È prevista anche la presenza di noti DJ, invitati da Advanced Music, la società che ha organizzato Sónar.

Questo salone professionale attirerà da 8.000 a 10.000 professionisti, buyer, distributori e dettaglianti. È stata condotta un’intensa campagna promozionale tra i potenziali visitatori e, con il suo programma Hosted Buyers, l’organizzazione ha invitato 1.000 buyer internazionali accreditati oltre ad offrire camere gratuite per gli espositori in molti alberghi della città.

Il salone The Brandery prevede numerosi eventi in tutta la città…

Lungo la Rambla Catalunya, tra Diagonal e Gran Via, undici foto della rivista Yo Dona, con la partecipazione di Louis Vuitton e dell’attrice Rossy de Palma, saranno presentate in giganteschi cubi trasparenti. I soggetti delle foto, scattate dal noto fotografo Ruven Afanador, sono, oltre all’attrice spagnola, i ventagli che quest’ultima ha disegnato per la maison francese per raccogliere fondi destinati alla ONG Orphanage Africa.

Quattro writer offriranno un’esibizione live delle loro opere su cubi di legno sul Portal de l’Àngel. Uno dei lati dei cubi mostrerà l’interpretazione di The Brandery da parte di ogni artista. AltrI sei cubi, precedentemente decorati da altri sei writer, saranno in mostra all’esterno del Padiglione Mies van der Rohe.

Per celebrare l’inaugurazione di The Brandery, martedì sera (7 luglio) si terrà un “Party di benvenuto” che prevede uno spettacolo di luci e acqua nelle fontane di Montjuïc. La festa continuerà con la musica della band Chicks on Speed e di vari DJ.

Molti locali di Barcellona terranno vivo lo spirito di The Brandery per tutta la notte. I visitatori del salone avranno accesso ai bar e ai club dei partner di The Brandery: CDLC, Opium Mar, Lotus Theater, Boulevard, Sutton, Broad Bar, Otto Zutz, Jamboree e ai roof bar degli alberghi Me, Barceló Raval, Ars, Axel, B e Claris.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy