Louis Vuitton esplora nuovi territori del design e crea una collezione di mobili pieghevoli e accessori da viaggio dal sapore retrò, ma avveniristica nella sostanza e nella ricercatezza delle forme.

Il progetto della maison francese sarà presentato il 4 dicembre, in contemporanea con la fiera del Design di Miami, presso il temporary store Louis Vuitton del Miami Design District.

Denominata  “Objets Nomades”  questa preziosa collezione è nata in collaborazione con i designer contemporanei più influenti di questi anni, personaggi come Maarten Baas, Nendo’s Oki Sato e Patricia Urquiola.

Sono in tutto 16 gli oggetti che danno vita all’idea “Objects Nomade”. Tra le creazioni più curiose troviamo la sedia da viaggio pieghevole, l’eterea lampada in vetro soffiato profilata con del robusto cuoio, l’amaca in corda e gli sgabelli di cuoio. Pezzi diversissimi tra di loro ma con un comune denominatore: il viaggio come esplorazione e ampliamento della percezione di noi stessi. Una sorta di ritorno alle origini per il brand Louis Vuitton, nato a metà dell’800 creando bauli da viaggio entrati nell’immaginario collettivo come simbolo dell’esplorazione del mondo e della dinamicità dell’uomo moderno.

Categorie: Casa Tag: , .

Articolo pubblicato da
in data: