Classifica libri 2012

Classifica libri 2012? Ecco i piu’ letti

Scopriamo quali sono i generi e i titoli che hanno dominato il panorama letterario del 2012, tra casi letterari, best seller, romanzieri internazionali

Come tutti gli anni abbiamo cercato in reta la classifica dei libri piu’ letti nel 2012.

Scopriamo quali sono i generi e i titoli che hanno dominato il panorama letterario del 2012, tra casi letterari, best seller, romanzieri internazionali che da anni sono presenti tra i titoli più letti e più venduti e personaggi dello spettacolo quasi “improvvisati” scrittori che hanno riscosso grande curiosità e successo. A trascinare le letture di quest’anno i temi nostalgici e gli intramontabili gialli e thriller.

Il 2012 è stato dominato da un vero e proprio caso letterario, la trilogia nata da Cinquanta sfumature di grigio dalla penna di E.L.James che si conclude con Cinquanta sfumature di rosso, la passione tra Anastasia e Mr Grey muta i propri equilibri fino all’inversione di ruolo tra dominante e sottomesso, non cambiano invece le descrizioni dettagliate ed esplicite.

Tra gli altri libri più letti di quest’anno trovano posto:
“Giochiamo ancora” di Alex Del Piero con M.Crosetto, il grande campione amato dai tifosi juventini e non solo per la sua grandezza anche fuori dal campo lascia l’Italia ma portandola sempre nel suo cuore e nei suoi ricordi
“Sua Santità.Le carte segrete di Benedetto XVI” di Gianluigi Nuzzi
“Amore, zucchero e cannella” di Amy Bratley, una sorpresa vera e propria, leggiadra e intensa, la storia di una nipote che ritrova i diari della nonna, tra sentimenti, perle di saggezza e ricette di cucina
“Il mercante di libri maledetti” di Marcello Simoni
“Dizionario delle cose perdute “ di Francesco Guccini, un ricordo romantico e un po’ nostalgico di come eravamo e di come siamo diventati
“Fai bei sogni” di Massimo Gramellini.
E poi gli immancabili:
– Michael Connelly con “Il respiro del drago”
– Carlos Ruiz Zafon con “il prigioniero del cielo”
– Alessandro Baricco con “Tre volte all’alba”
– Andrea Camilleri con “IL diavolo, certamente”.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy