Il Visionarismo istintivo

Continua la programmazione delle mostre organizzate presso la Sala Civica di Vicolungo Outlets, realizzata con il patrocinio del Comune di Vicolungo: da sabato 8 agosto a domenica 6 settembre sarà possibile ammirare le ultime opere di Maurizio Rinaudo nell’ambito dell’esposizione dal titolo “Il Visionarismo istintivo”. 
Un’occasione, quella offerta da Vicolungo Outlets, per scoprire artisti locali e per abbinare un momento di intrattenimento e cultura ad uno shopping conveniente e di qualità.

La rassegna propone una selezione delle opere di Maurizio Rinaudo, pittore, scultore e grafico autodidatta, di origini cuneesi, ma da tempo trapiantato ad Osasco (in provincia di Torino). Un artista che ha uguale senso pittorico ben esercitato e aderenza alla realtà ed alla linearità dei suoi vari mezzi espressivi. Ascolta le voci misteriose della natura e risponde con le pennellate o con gli interventi su ferro e bronzo, dopo aver racchiuso negli occhi uno scorcio di montagna, una distesa nevosa, i romantici angoli di città per lui fascinose. Rinaudo opera con l’impegno di un uomo che sa prendere ogni cosa sul serio: gli accostamenti di colore, la prospettiva, l’atmosfera poetica, la luce. Consciamente o inconsciamente richiama nomi e ritmi passati, ma di fronte alla tela immacolata esiste solo lui, il pittore delle cose del mondo, sempre disposto ad esprimere il meraviglioso paesaggio, soprattutto quello piemontese. La sua è un’arte magica che nasce dall’esplorare sentieri non battuti, affondando i piedi nella neve o sostando all’ombra degli alberi o della case montane e che esprime tutta la riconoscenza per quegli artisti che ammira e che, a suo giudizio, gli hanno indicato la via giusta, lo sviluppo dell’arte a contatto con la natura. Così, specie in pittura, una pittura che denuncia anni di impegno ed evoluzione, i paesaggi di Rinaudo esprimono una ricerca dei caratteri delle cose in natura. La natura e, nel suo caso, le nevi, gli alberi, le case, gli scorci del saluzzese, del pinerolese, delle amate Torino e Venezia può solo diventare oggetto di rappresentazione artistica.
Nelle sue tele vivono gli spazi immensi, le profondità, i toni, le pennellate larghe e copiose, un cromatismo soffice e vellutato. I soggetti che egli ritrae spaziano tra le verdi valli, i monti svettanti, i fiumi argentati, campagne e case calde e piene d’amore.

Maurizio Rinaudo  – Il Visionarismo Istintivo
a cura di Piero Senesi  e Giorgio Barberis
Presso Sala Civica – Vicolungo Outlets
Da 8 agosto a 6 settembre
Tutti i giorni dalle 10 alle 20
Informazioni: tel. 0172.712922
 

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy