I navigatori satellitari GPS sono in piena rivoluzione. In concorrenza con le ultime funzioni degli smartphone, puntano su nuovi servizi multimediali come la TV Mobile per differenziarsi ed apportare un valore aggiunto agli utilizzatori. DiBcom, leader francese nello sviluppo dei componenti elettronici dei ricevitori TV multi-standard, fornisce questi ultimi ai GPS di Mio e di Garmin per permettere la ricezione dei  servizi multimediali come la DTT ed ha constatato una forte crescita delle vendite dei suoi componenti per queste applicazioni. In aggiunta ai nuovi acquirenti, molti utilizzatori sostituiscono i vecchi dispositivi con apparecchi più elaborati.
I GPS di nuova generazione offrono un’utilizzo multimediale.
La maggior parte del tempo i conducenti utilizzano l’auto per percorsi noti, così la funzione di navigazione del GPS è utilizzata soltanto nel 6% degli spostamenti. I nuovi GPS sono quindi obbligati a offrire servizi aggiuntivi ed a diventare molto di più rispetto a semplici strumenti di navigazione per permettere agli utilizzatori di apprezzare la loro utilità anche il restante 94% del tempo. Sono quindi diventati dei veri terminali multimediali mobili che associano la navigazione via satellite, la TV Mobile e altri servizi multimediali. Gli utenti dispongono oggi di una soluzione di intrattenimento completa e facile da utilizzare. Oltre ad assistere i conducenti durante il tragitto, il dispositivo puo’ essere utilizzato come un televisore portatile per distrarre i bambini o per pazientare nel traffico.
Con l’integrazione della tecnologia DiBcom, per i nuovi GPS si prospetta un futuro roseo.
DiBcom introduce sul mercato il suo nuovo chipset DiB9090 all’interno dei nuovi ricevitori GPS per la ricezione della DTT. Facendo riferimento al numero di GPS venduti con funzione TV fra il 2008 e il 2009, Yannick Lévy, Ceo di DiBcom, si mostra fiducioso per quanto riguarda il futuro dei GPS: « Il tasso di penetrazione della televisione digitale e di altre funzionalità multimediali nei GPS potrebbe arrivare al 20 % in Europa entro il 2011. La Corea è stata il primo paese ad arrivare a quasi il 100% di penetrazione della TV Mobile nei GPS. In Europa, mettendo da parte la difficoltà di ricezione dei segnali della DTT, la percentuale è più debole. Nonostante questo, possiamo osservare una tendenza simile grazie all’aspetto gratuito della DTT e alla nostra tecnologia che apporta soluzioni ai problemi di ricezione », ha concluso.

In futuro, l’integrazione del nuovo chipset Diversity DIB29098 permetterà di offrire quasi gratuitamente la ricezione della Radio Digitale Terrestre e del DVB-SH che coprirà la DTT. Secondo Yannick Lévy « Il GPS potrebbe essere il più importante fattore di vendite in termini di Radio Digitale Terrestre con un volume che rappresenta 1/3 degli apparecchi in grado di ricevere la radio. »
 

Categorie: Hi-Tech Tag: .

Articolo pubblicato da
in data: