Clarins per l’ambiente

Da sempre, le piante sono al cuore dei trattamenti Clarins: una foglia di camelia, simbolo del marchio nella campagna di comunicazione istituzionale, rispecchia visivamente la filosofia clarins, “botanico della bellezza”. Clarins si impegna attivamente per la tutela e la salvaguardia della biodiversità e dell’ecosistema: sostiene associazioni, utilizza principi attivi naturali provenienti da coltivazioni, rispetta la convenzione sul
commercio internazionale delle specie protette; e, non ultimo, per la formulazione di una nuova linea di trattamenti, ha selezionato un estratto naturale nell’ambito di un programma di commercio equo e sviluppo
durevole.

Preservare, proteggere, condividere: verbi che Clarins “usa” da oltre 50 anni. Da sempre infatti la sua vocazione è di trarre la quintessenza dalle piante per preservare salute e bellezza della pelle. È quindi naturale che Clarins si impegni a proteggere la natura. Ogni specie vegetale o animale svolge un ruolo essenziale nel proprio ambiente naturale. La scomparsa di una di esse, anche la più piccola, è una perdita
insostituibile che può provocare squilibri e mettere in pericolo la biodiversità, garante della protezione e dell’evoluzione delle varie specie.

Poiché da sempre le piante rappresentano il Dna di Clarins, il brand ha scelto una foglia di camelia quale simbolo della campagna di comunicazione istituzionale. I propri Ricercatori, definiti “i botanici della bellezza”, sono capaci di estrarre dal cuore di ogni pianta il principio attivo più raro ed efficace per mettere a punto formule dai risultati visibili che… rendono la vita più bella! Una campagna che sottolinea un valore di Clarins e, nel suo significato, contribuisce a promuovere una comunicazione “pedagogica” nei confronti delle nuove generazioni in merito al rispetto e alla tutela dell’ambiente.

In un’ottica di preservazione della risorse naturali, oltre i 2 delle 130 specie vegetali impiegate per la creazione dei trattamenti Clarins sono estratte da piante coltivate.
Clarins seleziona i principi attivi vegetali nel pieno rispetto della Convenzione sul Commercio Internazionale delle specie di fauna e flora selvatiche in via d’estinzione (CITES) e della Convenzione di Rio de Janeiro che redige la lista delle specie protette con lo scopo di tutelare la diversità biologica del pianeta.
Dal 2004, Clarins sovvenziona l’Herboretum di Saint-Ay, vicino ad Orléans: un’oasi nel quale si possono trovare oltre 200 “esempi” di ciò che la Natura può offrire a salute e bellezza.

Inoltre, sostiene attivamente dal 1993 l’associazione Alp Action, creata nel 1990 dal Principe Sadruddin Aga Khan per salvaguardare le specie vegetali e animali in varie regioni alpine: tra i progetti che ha promosso, nel 2002 l’acquisto di oltre 15000 ettari di terreno nelle Alpi situato tra Ginevra e il Monte Bianco (il Massiccio del Bargy) al fine di tutelare l’ecosistema naturale e proteggere le specie animali in via
d’estinzione. In questo modo Clarins si impegna a preservare la ricchezza del patrimonio naturale delle regioni alpine, una giusta ricompensa da parte di un’azienda che proprio dalla natura attinge l’essenza dei propri trattamenti.

Nel 2004, Clarins ha istituito il Prix ClarinsMen Environnement, nell’intento di proseguire l’impegno del Principe Sadruddin Aga Khan dopo la sua scomparsa. Jean- Pierre Nicolas, etnofarmacologo ed etnobotanico, primo a ritirare questo premio, ha fondato nel 1992 l’associazione “Jardins du Monde”, con lo scopo di reintrodurre piante medicinali per creare farmacie comunitarie nei paesi dove le popolazioni non
possono beneficiare della medicina tradizionale. Parimenti, nell’ottica di uno sviluppo globale e duraturo, le popolazioni locali sono direttamente coinvolte per promuoverne l’autonomia gestionale. Vicino alla sede dell’associazione “Jardins du Monde”, nel giardino dell’Abbazia di Daoulas, Jean-Pierre Nicolas ha creato, nel 1997, il più importante giardino di piante medicinali di Francia, con oltre 240 specie, finalizzato allo sviluppo dei progetti di “Jardins du Monde”.

Sempre nell’ottica del rispetto e della salvaguardia dell’ambiente, citiamo a tal proposito il più recente principio attivo, scoperto e utilizzato da Clarins per formulare la nuova linea Soins Super Hydratants Multi-Climats: l’estratto di corteccia di katafray, che rientra in un programma di commercio equo e sviluppo durevole. Un importo forfettario del prezzo di vendita è infatti riservato ai partner locali di Clarins
per la realizzazione di progetti d’interesse collettivo nella zona di raccolta. E, in particolare, anche se il katafray si rinnova rapidamente ricrescendo dopo l’abbattimento, vengono continuamente ripiantati nuovi alberi per evitare che il katafray, tradizionalmente utilizzato dalla popolazione locale per la costruzione di
capanne, venga a mancare.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy