Max Mara - f/w 2013/14

Innovazione e praticità riletti da Max Mara

La passerella di Max Mara è un vero e proprio tributo al New Bauhaus Style! A calcare la passerella è una donna moderna e modernista.

La passerella di Max Mara è un vero e proprio tributo al New Bauhaus Style!
A calcare la passerella è una donna moderna e modernista, che ama praticità, eleganza, essenzialità e funzionalità che da sempre appartengono al DNA della Maison.

Ad ispirare la collezione è Bauhaus, la celebre scuola tedesca, punto di riferimento per tutti i movimenti d’innovazione nel campo dell’arte, dell’architettura e della produzione industriale, a cui Max Mara concettualmente è da sempre molto vicina.

Vera e propria affinità elettiva che si ritrova, ad esempio, nel ricercato connubio tra industria e artigianalità alla base di questa collezione.

Come per i montgomery e i cappotti, pensati come vere e proprie “architetture”, grazie a sofisticati patch di pelle e impunture che sottolineano la
costruzione rotonda della spalla.

Per capi dai volumi innovativi, nati da una grande ricerca sui materiali, sempre preziosi e “voluminosi”, spesso combinati insieme anche in uno stesso outfit. Come per il cashmere a maxi trecce, il castorino, il velluto e lo shearling o i tessuti cammello inediti , che permettono forme strutturate, ma allo stesso tempo iper morbide, ampie e avvolgenti.

Su una palette grafica di colori very Walter Gropius (ma anche Max Mara) basata su tutti i grigi urbani della pietra e del cemento, il nero, il blu. Più un’intensa punta di giallo, usato anche per le righe che  prendono il posto delle stampe.

E ancora la nuova tinta vicuna e l’ immancabile color cammello.

In nome di un “daily look” (anche per la sera, con proposte di tuniche in tricot e velluto, blazer e pijiama appena spolverati di lurex) rilassata e chic, sottolineata dallo styling: un layering composito di cappotti (tra cui figurano alcuni pezzi del nuovo progetto tecno-sartoriale Max Mara City), cardigan coat, bluson, bomber cocoon, maglie e giacche oversize da portare uno sull’altro con pantaloni fluidi, strette pencil skirt o abiti
molto femminili, ma ispirati al blazer da uomo. Il tutto abbinato a bauletti ladylike di pelle o stampa cocco e a inaspettate sneakers. Realizzate in materiali luxury come suède e pitone in armonie ton sur ton saranno il new cult Max Mara di stagione.

› torna al calendario di Milano Moda Donna – Autunno/Inverno 2013/14

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Ti potrebbero interessare…

Habito,la nuova signature collection di Weekend Max Mara per la FW22

Weekend Max Mara presenta Habito

Habito’ in Spagnolo ha il duplice significato di ‘abitudine’ e di ‘abitare’. Il mio lavoro consiste nel ricercare ogni giorno il modo in cui possiamo abitare uno spazio o vivere un’esperienza, sotto molteplici aspetti. Quindi, perché no, anche gli abiti possono far parte di questa ricerca.