The Dark Side of the Moon

The Dark Side of the Moon entra nel registro della Storia

The Dark Side of the Moon dei Pink Floyd entra nel “registro”, che seleziona ogni anno 25 dischi o musiche degni di essere tramandati ai posteri.

Negli anni ’70 ed ’80 i Pink Floyd hanno “dettato musica e tendenze” ed oggi, in contemporanea con il suo quarantesimo compleanno, The Dark Side of the Moon, il loro leggendario album , entra a far parte del National Recording Registry della Biblioteca del Congresso a Washington.

Il “registro”, che è stato fondato 13 anni fa, seleziona ogni anno 25 dischi o musiche degni di essere tramandati nei secoli per il loro valore culturale o sociale.

The Dark Side of the Moon, uscito negli Stati Uniti il primo marzo del 1973, e il 24 dello stesso mese in Gran Bretagna, può essere considerato il disco di più duraturo successo di tutti i tempi: nel 2011 ha raggiunto le mille settimane (vent’anni!) di presenza nella classifica US Top Catalog dei dischi più venduti (e quelle consecutive furono 741, dal 1973 al 1988). Assieme all’album dei Pink Floyd entrerà nel Registry anche la celeberrima canzone The Sound of Silence di Simon & Garfunkel.
(fonte wikipost)

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy