Eleonora Abbagnato ‘etoile’ dell’Opera di Parigi dopo la ‘Carmen’

Eleonora Abbagnato 'etoile' dell'Opera di Parigi. E’ arrivata la nomina che la ballerina aspettava da tempo

Eleonora Abbagnato ‘etoile’ dell’Opera di Parigi. E’ arrivata la nomina che la ballerina aspettava da tempo
Di Raffaella Ponzo

Standing ovation per Eleonora Abbagnato nominata al termine della rappresentazione della “Carmen” di Roland Petit, “etoile” dell’Opera di Parigi. Il riconoscimento le è stato conferito dalla direttrice del balletto dell’Opera, Brigitte Lefevre e dal direttore dell’Opera National de Paris, Nicolas Joel. La bravissima ballerina siciliana nella “Carmen” interpretava il ruolo della bella sigaraia di Siviglia: “Sono emozionata, felice, commossa – dice l’Abbagnato – Una nomina che corona una vita di lavoro e passione. Ringrazio le mie insegnanti, in particolare Claude Bessy, che ho conosciuto a 13 anni, quando ho lasciato Palermo per frequentare la scuola del teatro dell’Opera di Parigi. Ha creduto in me, come del resto anche l’attuale direttrice del corpo di ballo, Brigitte Lefevre. Lo ripeto, hanno sempre creduto in me, nei miei talenti, nei miei difetti. Mi hanno dato fiducia. Non lascerei mai l’Opera di Parigi, il livello della compagnia è altissimo. Non ho mai mollato la presa in tutti questi anche se all’inizio non ero una bambina superdotata per la danza, ero sicura che prima o poi sarei arrivata”. Per un ballerino classico è il massimo riconoscimento ed Eleonora si è commosso fino alle lacrime, accanto al suo partner in scena, Nicola Le Riche: oltre quindici minuti di applausi da parte di un teatro strapieno: “E’ il sogno di ogni grande danzatrice, la consacrazione della carriera, ma anche l’inizio di una nuova vita, di una nuova avventura”. Con queste parole il direttore dell’Opera di Parigi ha annunciato a Eleonora Abbagnato la nomina a étoile dal palco di Palais Garnier. “E tutto questo lo si ottiene solo a forza di grande lavoro, di abnegazione, di straordinaria passione. Ma senza il vero talento ciò sarebbe impossibile”.
La ballerina palermitana, 35 anni, sposata dal 2011 con il calciatore Federico Balzaretti, dal quale ha avuto una figlia, Julia, aspettava  da tempo il riconoscimento. Aveva solo 18 anni quando entrò a far parte del corpo di ballo dell’Operà di Parigi e solo dopo quattro anni, grazie al suo talento e al duro lavoro, riuscì a divenire, prima ballerina. Ad aprile, il 9, 13, 16 e 18, Eleonora sarà di nuovo sul palcoscenico parigino, all’Opera di Bastille, nella locandina della Terza Sinfonia di Gustav Mahler per la coreografia di John Neumeier il aprile. Il 12 aprile Eleonora Abbagnato sarà a Roma, al Teatro dell’Opera di Roma protagonista di “In the night”.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy