Il suo rientro ufficiale in pubblico era atteso da molte settimane, dopo l’operazione all’anca che l’aveva costretta ad annullare nello scorso febbraio le ultime date americane del suo tour ” Born This Way Ball tour “, e Lady Gaga è tornata a deliziare i suoi innumerevoli fans esibendosi sul palco newyorkese del Gay Pride 2013, che si svolge in contemporanea in molte città del mondo appena pochi giorni dopo la decisione della Corte Suprema americana che ha dichiarato legittimi i matrimoni gay.

La cantante si è presentata sul palco allestito nella città della ” Grande mela ” con tanto di bandiera arcobaleno in mano ed ha cantato l’inno nazionale USA, non prima di aver fatto un discorso introduttivo nel quale si è dichiarata a favore del riconoscimento dei diritti dei gay, non soltanto negli Stati Uniti ma in tutti i paesi del mondo.

Lady Gaga ha espresso con molta chiarezza la sua posizione per un argomento che le sta particolarmente a cuore, sottolineando come la salvaguardia dei diritti delle persone, indipendentemente dalle loro preferenze sessuali, sia un punto importante di ogni amministrazione nazionale.

In alcuni tratti del suo discorso la cantante ha anche ricordato alcune fasi difficili della sua vita negli anni dell’adolescenza, durante i quali, per sua stessa ammissione si è sentita sola.

La 27enne cantante si è presentata alla manifestazione esibendo un nuovo taglio di capelli e con un abito nero molto elegante, anche se qualcuno, dopo l’intervento all’anca e le settimane di riabilitazione, a cui si è sottoposta la cantante, ha notato ancora qualche chilo di troppo.

Nel complesso Lady Gaga è apparsa comunque in forma e le sue parole ed la successiva interpretazione dell’inno nazionale hanno mandato in delirio i fans appostati sotto il palco. Per quanto riguarda la ripresa dell’attività lavorativa, secondo quanto dichiarato dal cantante jazz Tony Bennett, è prevista una collaborazione tra lui e Miss Germanotta per un nuovo disco jazz, dopo il successo ottenuto con ” The lady Is a Tramp ” e presto dovrebbero iniziare a lavorare in studio.

Leggi altre notizie di Costume e Società di Sfilate.it

Categorie: Curiosità Tag: .

Articolo pubblicato da
in data: