L’industria della moda e la tecnologia non sono mondi molto distanti tra loro. Entrambi creano prodotti che la gente usa tutti i giorni, seguono le tendenze (spesso volubili) del pubblico e sono alla continua ricerca di novità per rimanere sulla cresta dell’onda.

Non sorprende, dunque, scoprire che questi due universi si stiano fondendo sempre di più.

In qualche modo la tecnologia è sempre stata presente nel mondo della moda, ma sono solo pochi anni che il 3D si è ritagliato un posto di rilievo nel processo creativo degli stilisti. Ed è così che l’attenzione della multinazionale belga, specializzata in stampe 3D, Materialise, è stata catalizzata dalla giovane designer Melinda Looi. Già vincitrice di numerosi riconoscimenti per i suoi disegni all’avanguardia, Melinda Looi è stata scelta per disegnare la prima collezione caratterizzata da stampe in 3D.

“Creare moda in simbiosi con la tecnologia è qualcosa che ho sempre desiderato fare – afferma Melinda Looi – il grande impegno che coinvolge persone provenienti da settori e background così diversi sfocia nella realizzazione di prodotti meravigliosi, creazioni che solo grazie alla fusione di arte e high-tech sono possibili.”
Photo credit – mashable

Categorie: Giovani stilisti emergenti Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: