Potrebbe essere John Galliano a creare i costumi della prossima produzione teatrale di Stephen Fry: l’attesissima nuova versione de ‘L’importanza di chiamarsi Ernesto’ di Oscar Wilde, che andrà in scena nel 2014.

L’evento è di quelli che contano e l’attore britannico Stephen Fry, interprete e regista della piece, ha dichiarato apertamente di desiderare un ‘top-designer’ per gli outfit della commedia teatrale più rappresentativa di Oscar Wilde.

I rumors non sono ancora confermati, sono diversi gli stilisti che ambirebbero al lavoro e Stephen Fry ha contattato anche altri nomi eccellenti del fashion come Roland Mouret o la designer di Alexander Mcqueen, Sarah Burton.

Tuttavia, per ora il nome più accreditato è quello di John Galliano.

Se così fosse, assisteremo finalmente al ritorno di Galliano sotto le luci dei riflettori.

L’ex direttore creativo di Dior, allontanato dalla moda per le sue tristemente note dichiarazioni antisemite nel 2011, sta tentando di riabilitare la sua immagine in ogni modo; riuscire ad assicurarsi un simile ingaggio potrebbe aiutarlo nell’intento che oggi, non sembra più così improbabile.

John Galliano non è nuovo all’ambiente teatrale. Anzi, disegnare costumi di scena sarebbe una specie di ritorno alle sue origini, quando, giovanissimo, vestì l’attrice Judi Dench proprio per la stessa commedia di Wilde.

Pura casualità o segno del destino?

Leggi altre notizie di Costume e Società di Sfilate.it

Categorie: Curiosità Tag: .

Articolo pubblicato da
in data: