Natalia Vodianova

Natalia Vodianova: ‘Fare la modella non mi bastava più’

Natalia Vodianova all'apice della sua carriera ha saputo fermarsi e riflettere sul significato delle cose che stava facendo.

Natalia Vodianova: ‘Fare la modella non mi bastava più’

E’ bello sapere che non tutti sono disposti a dannarsi l’anima per ottenere sempre più successo e denaro.

La super-model russa Natalia Vodianova appartiene a questa categoria di persone, all’apice della sua carriera ha saputo fermarsi e riflettere sul significato delle cose che stava facendo.

“Le cose cambiano. Ho smesso di godere di quello che stavo facendo – ha rivelato Natalia Vodianova al magazine The Telegraph – sono partita da zero, non avevo niente, ho lavorato duramente per arrivare ed è stato bello. Ho guadagnato tanti soldi e ho cose meravigliose…

Possedevo tutto quello che avevo sempre desiderato, poi un giorno ho visto le cose diversamente.

Mi sono chiesta perché stessi lasciando solo mio marito e i miei tre figli per uscire di casa e andare a guadagnare più soldi.

Perché lo facevo? Non ho trovato nessuna buona motivazione, avevo bisogno di uno scopo più elevato per giustificare la mia assenza alla mia famiglia”.

Ed è così che Natalia si prende una pausa dal lavoro di modella e si dedica alla beneficenza, crea ‘Naked Hearth Foundation’ per aiutare i bambini poveri e disabili della sua amata Russia. Da allora l’impegno nel sociale è diventato di primaria importanza.

“Sono felice e grata per essere stata una modella – racconta Natalia Vodianova –  all’occorrenza ancora mi capita di posare, ma il mio focus è aiutare le persone meno fortunate di me. Più lo faccio e più diventa un bisogno irrefrenabile continuare a farlo… credo che stia diventando un’ossessione!”

Prosegue Natalia:” Ero così arrabbiata da piccola! Mi sembrava di non avere scelta per il mio futuro, non avevo niente e le altre ragazze della mia età avevano tutto. Fu allora che promisi alla mia famiglia che li avrei aiutati. Questa fu la molla che mi spinse ad arrivare dove sono oggi. Ma ora è tempo di restituire al mio prossimo tutto quel che ricevuto in questi anni.”

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy