Neil Young arriva a Roma a dorso del suo ‘Cavallo Pazzo’

Neil Young arriva a Roma a dorso del suo “Cavallo Pazzo”. Dopo 20 anni la leggenda canadese torna stasera nella capitale per un evento imperdibile

Neil Young arriva a Roma a dorso del suo “Cavallo Pazzo”.
Dopo 20 anni la leggenda canadese torna stasera nella capitale per un evento imperdibile

Ci sono artisti che hanno lasciato un segno nella storia della musica rock.

Ci sono artisti che sono delle vere e proprie leggende viventi. Ci sono artisti che hanno la poesia e la bellezza della fragilità nella voce unita alla forza dell’uragano sprigionata dalla propria chitarra, Neil Young è uno di questi.

Classe 1945, l’inossidabile Neil ha scritto alcune tra le pagine più belle della musica, la sua carriera iniziata coi Buffalo Springfield e continuata col supergruppo al fianco di Crosby, Stills e Nash, ha raggiunto la sua sublimazione quando ha deciso di intraprendere la carriera solista, avventura musicale che lo ha consacrato come uno dei più grandi musicisti di sempre.

Questa sera la leggenda canadese salirà sul dorso del suo “Cavallo Pazzo” esibendosi al “Postepay Rock in Roma”, all’Ippodromo delle Capannelle (inizio concerto: 21:45).

Sarà un 26 luglio da ricordare nella Capitale, Neil Young tornerà a Roma dopo 20 anni dalla sua ultima esibizione accompagnato dai musicisti di una vita: i Crazy Horse, al secolo Billy Talbot al basso, Ralph Molina alla batteria e Frank “Poncho” Sampedro alla chitarra, che a Roma non si sono mai esibiti nella loro lunga carriera.

Young porterà sul palco i pezzi del suo ultimo mastodontico lavoro: Psychedelic Pill, un doppio album fatto di suoni dirompenti, rock duro e puro condito da quella poesia che contraddistingue la voce e i testi dell’artista canadese.

Lunghe cavalcate rock, ballate psichedeliche con la chitarra del buon vecchio Neil a farla da padrone, grazie ai suoi suoni taglienti, gli echi, i riff brucianti!

Naturalmente assieme ai nuovi pezzi, la scaletta dello show sarà trasversale, attraversando tutta la sua carriera musicale che è sconfinata, spazio quindi ai successi storici, per uno spettacolo che si preannuncia leggendario e davvero imperdibile per chi è cresciuto ed ama i miti della musica rock.

Di Raffaella Ponzo

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy