Il mistero delle spoglie della Gioconda

Il mistero delle spoglie della Gioconda, aperta la Cripta dei Martiri

La domanda che attanaglia gli storici è se le spoglie della Gioconda sono realmente quelle rinvenute negli scavi dell'ex convento di Sant'Orsola a Firenze.

Gli occhi del mondo sono puntati su Firenze, su un mistero antico che da sempre appassiona e intriga.

La Gioconda è da sempre uno dei dipinti piu’ enigmatici della storia, e solo oggi, forse il suo segreto potrà essere svelato.

La domanda che attanaglia gli storici e i ricercatori di tutto il mondo è se le spoglie della Gioconda sono realmente quelle rinvenute negli scavi dell’ex convento di Sant’Orsola a Firenze.

Solo questa mattina è stata autorizzata l’apertura della cripta dei Martiri nella Basilica della Santissima Annunziata, costruita ben 300 anni fa e dove riposano Francesco di Bartolomeo del Giocondo, (il  marito di Monna Lisa Gherardini) ed il figlio Piero.

I ricercatori dell’Università di Bologna hanno riesumato gli scheletri dei parenti di “Monna Lisa” con l’intenzione di effettuare alcuni esami e isolare le tracce di Dna per eseguire comparazioni.

La Cripta dei Martiri aperta oggi, reca sulla lapide lo stemma scritto in latino  della famiglia del Giocondo.
Ma anche qui non sono poche le difficoltà dato che la cripta fu poi acquistata nel 1527 da un’altra famiglia.

Ora le tracce dovranno essere confrontate con quelle prelevate dalle spoglie trovate tempo fa nell’ex convento di Sant’Orsola.

Nell’antico edificio, infatti, erano stati ritrovati otto scheletri, di cui tre (donne) compatibili con la data della morte di Lisa Gherardini, che visse gli ultimi anni della sua vita proprio in questo convento.

Al momento questi 8 scheletri si trovano all’Università di Lecce, dove saranno sottoposi all’esame del carbonio 14 .
Per i risultati degli esami e le relative comparazione tra i due ritrovamenti bisognerà aspettare almeno fino a metà settembre dunque.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy