I 70 di Robert De Niro!
Giro di boa per il mitico attore hollywoodiano.

Anche se tutti stentiamo a crederci, Robert De Niro è arrivato a compiere 70 anni.

Nato il 17 Agosto del 1943, tra gli anni ‘70 e i ‘90 De Niro è stato il protagonista di una serie impressionante di capolavori, dal “Padrino – Parte II” a “Taxi Driver”, passando per “Gli intoccabili” e il lunghissimo e suggestivo “C’era una volta in America”.

Martin Scorsese lo ha decretato come suo attore feticcio, con il grande regista ha lavorato tantissime volte partendo da “Mean Streets” (1972) arrivando a “Casinò” (1995) con una bellissima e viziatissima nel film, Sharon Stone; ma a lanciarlo è stato Brian De Palma con “Ciao America!” (1968), De Niro ha lavorato con tutti i più grandi registi di una generazione che forse non potrà più ripetersi: Elia Kaza, Sergio Leone, Michael Cimino, Alan Parker, Francis Ford Coppola e tantissimi altri.

E per ogni regista si è messo in gioco costruendo di volta in volta un personaggio dalle sfaccettature caratteriali, dai modi e dal fisico diverso, dal giovane Michael Corleone al diavolo in persona, Luis Cifer in “Angel Heart”, insieme ad un giovanissimo Mickey Rourke; dal romantico architetto sposato che trova in una libreria la donna che gli fa perdere la testa in “Innamorarsi”, al pazzo ex galeotto che vuole vendicarsi ferocemente dell’avvocato che non lo ha difeso abbastanza bene, nel thriller “Cape Fear”.

E’ ingrassato e dimagrito per ogni ruolo, ha pompato i suoi muscoli in palestra, si è fatto invecchiare o ringiovanire attraverso il trucco, ha assunto accenti e dialetti che solo in lingua originale rendono il meglio, nonostante il perfetto doppiaggio di Ferruccio Amendola che l’ha seguito fino alla suo scomparsa.

L’ultimo decennio è stato forse il più complicato per il mitico De Niro, colpito da un tumore alla prostata, ha combattuto per vincere la malattia, per tornare ancora al cinema, anche se con lavori più discutibili, ma divertenti, come la trilogia dei “Fotter” in “Ti presento i miei”, riuscendo a trovare una nuova popolarità anche in un pubblico di giovanissimi.

Oltre a Scorsese, l’attore è legato a profonda e decennale amicizia anche con Joe Pesci e Sean Penn e ha mostrato molta stima verso Leonardo DiCaprio, dichiarando in più occasioni di vedere in lui il naturale “erede” hollywoodiano, anche per le comuni origini italoamericane. Nonostante questo passaggio di testimone, sarà molto difficile eguagliare o solo avvicinarsi al talento di De Niro, i suoi nei, il suo naso e quelle rughe così marcate quando ride sornione, sono iconografia del cinema nella sua più alta espressione.

Di Raffaella Ponzo

Scopri il meglio del Gossip e dei personaggi famosi su Sfilate.it

Categorie: Lifestyle Tag: , .

Articolo pubblicato da
in data: