Una nuova luna per Giorgio Armani Privè

Bagliori siderali. Luce. Candore. Riflessi ghiacciati. Leggerezza che sfugge alla legge di gravità.
Attratto dalla Luna, Giorgio Armani scopre un mondo chiaro, sfumato d’argento o di madreperla dove sfere e spicchi rimandano alle fasi lunari, e tessuti lievi, ma corposi e mossi, alludono alla superficie dell’astro.

Interamente bianca, con sfumature rosa da aurora boreale e verdognole come i ghiacci profondi, la collezione ha una linea ben disegnata, precisa: spalle importanti e stondate; pantaloni aderenti che si aprono al fondo; colletti, risvolti, mantelline dal taglio a cerchio, spesso fermati con una spilla a mezzaluna. Il crêpe double di lana o di seta dà compattezza a una figura dai contorni precisi grazie anche al profilo di crinolina lungo i bordi e all’interno di giacche e camicie, per sottolineare la geometrica precisione di tagli e cuciture.

In omaggio a quella che I Pink Floyd chiamavano “The Dark Side of the Moon” abiti da cocktail completamente neri  interrompono la sequenza dei bianchi che ricami all-over rendono luminescenti.
Effetto a sorpresa: vestiti da sera dalla gonna ampissima di seta con fili di nylon e lurex o jacquard di materiali plastici. Leggeri come un raggio lunare.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy