Villa - Franciacorta

Lo Sparkling menù è servito in Franciacorta

In Franciacorta Villa ha ospitato domenica sera un parterre di giornalisti, critici gastronomici, chef e curiosi,e appassionati di food.

In Franciacorta, a Monticelli Brusati, l’azienda Villa ha ospitato domenica sera un parterre di giornalisti, critici gastronomici, chef e curiosi, ma soprattutto un gruppo di appassionati di food.

Un centinaio di persone hanno infatti applaudito le brigate finaliste del concorso indetto dalla famiglia Villa che ha decretato il miglior talento ai fornelli. Il premio 2013 è andato a Enrico Bartolini, chef patron del ristorante il Devero di Cavenago Brianza, una stella Michelin.

Un giovane che ha dato una nuova interpretazione alla cucina più semplice, ritoccandola con qualche accorgimento glamour.

Tra bollicine e bottiglie di ottima annata, la serata è trascorsa all’insegna della convivialità dove il cibo era una vera prova di cultura e le ottime produzioni dei padroni di casa hanno affinato ancora di più ogni ingrediente servito nel piatto.

Il menù ha previsto cinque portate, cinque eccellenti proposte che hanno lasciato i commensali senza parole.

Il primo s’intitolava PATATA SOFFICE UOVO & UOVA dello chef Enrico Bartolini, ristorante “Devero” di Cavenago Brianza, perfetto abbinamento con un Villa Franciacorta Villa Emozioni Brut millesimato.

A seguire RAVIOLONI DI TINCA RIPIENA CON BURRO DI MALGA E FORMAGGELLA, chef Ennio Zanoletti, “Hosteria Uva Rara” in Monticelli Brusati (Bs) abbinato a Franciacorta Villa Emozioni Brut Millesimato.

Ottimi gli SPAGHETTI CACIO & PEPE chef Enrico Braghese, Ristorante “Zi Rico” di Palestrina (Rm) abbinato a Franciacorta Villa Rosè Brut Millesimato.

Un tocco orientale è arrivato con la RANA PESCATRICE IN SALSA DI SPEZIE TOSTATE TIPICA DEL MAHARASHTRA chef Gagan Nirth, ristorante “Tabla” di Lugano (Svizzera) abbinato a Franciacorta Villa Rosè Brut Millesimato.

In chiusura del lauto pasto il CESTINO DI PASTA FILLO AI FRUTTI ROSSI chef Teresa Buongiorno, ristorante “Già Sotto L’Arco” di Carovigno (Br) abbinato a Villa Franciacorta Rosé Demi-Sec.

Che dire: per chi c’era una vera opulenza di sapori, per chi era impegnato in altre serate, un tour qua e là per l’Italia vale davvero la pena. Per tutti una visita alle cantine Villa.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy