Un’immagine bohemien estremamente sofisticata e femminile per Roberto Cavalli

«Io continuo a creare dei sogni. Bisogna sempre sognare».
Roberto Cavalli

1970 – 2010: 40 Anni di Moda
Roberto Cavalli compie quarant’anni. Un compleanno importante che si tinge con i colori della ricorrenza e si illumina con le luci dei festeggiamenti di un traguardo. Da Parigi, dove si è svolta la prima sfilata nel 1970, inizia l’avventura di Roberto Cavalli nel mondo della moda.
Un percorso pieno di successi, idee e creativita’, completamente proiettato nel futuro.

La Collezione Autunno-Inverno 2010-2011 definisce un’immagine bohémien estremamente sofisticata e femminile, lontana dai codici borghesi.
La silhouette è costruita attraverso un delicato gioco di sovrapposizioni che conferiscono un’immagine rilassata e décontracté.
Marsine ispirate alle alte uniformi.
Cappotti in broccato tappezzeria.
Pellicce rese leggerissime dal movimento delle fodere e realizzate accostando visone, astrakan, peckan, zibellino, fin racoon e volpe lavorati a piccoli pezzi e assemblati per creare l’effetto di un nuovo manto animalier.
Camicie dal taglio maschile realizzate con un patchwork di mousseline, crepe de chine e georgette.
Pantaloni sarouel doppiati o ricamati.
Pantaloni slim in seta trasparente sovrapposti a shorts e portati sotto baschine strutturate.
Jumpsuit in crepe de chine doppiata da creponne froissé.
Abiti “aria” realizzati in tulle con ricami laser cut-out oppure dipinti a mano con fantasie animalier solcate da sottili linee dorate.
Tutto estremamente trattato, pressato, lacerato e lavato, per un effetto used e vissuto.
La palette dei colori è giocata sui toni neutri, dal taupe al nude, attraverso tutta la gamma dei beige e  dei falsi neri con un accenno di rosso antico.

«Durante tutti questi anni ho inseguito il sogno della bellezza. Ho disegnato abiti per le donne che sono la massima espressione della bellezza, e per gli uomini che della bellezza delle donne hanno bisogno per completare se stessi».
Roberto Cavalli

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy