'Una piccola impresa meridionale'.

Rocco Papaleo e la dura vita di un prete ‘spretato’ al Sud

Rocco Papaleo e la dura vita di un prete 'spretato' al Sud. Tragli attori anche il bel Scamarcio.Colonna sonora, 'Dove cadono i fulmini' di Erica Mou.

‘Una piccola impresa meridionale’.

E’ questo il titolo dell’opera seconda dell’attore lucano Rocco Papaleo, che dopo essersi cimentato per anni come caratterista ed apprezzato interprete della commedia italiana, è recentemente passato dietro la macchina da presa, riuscendo a mettere in archivio già un piccolo cult come la sua opera d’esordio, ‘Basilicata coast to coast’, un omaggio alla sua terra, ma anche un film che ha saputo valorizzare la comicità delicata, sofisticata e molto ‘british’ dell’autore.

Che ora ci riprova con un film che lo vede sempre tra i protagonisti: Rocco Papaleo interpreta infatti un prete ‘spretato’ per sua stessa ammissione, che dopo aver abbandonato la tonaca torna nella sua casa materna, dalla madre Stella, interpretata da Giuliana Lojodice, che con la notizia che il figlio ha abbandonato i voti, riceve un altro duro colpo in una situazione familiare già difficile.

Infatti l’altra figlia Rosa Maria, interpretata da Claudia Potenza, ha tradito il marito Arturo, interpretato da Riccardo Scamarcio, che nella piccola realtà del paesino del sud dove la famiglia vive, finisce con l’incarnare lo stereotipo del ‘cornuto’.

A complicare ulteriormente le cose, l’arrivo della ex prostituta Barbora Bobulova, e l’arrivo della ditta di ristrutturazioni, la ‘piccola impresa meridionale’ del titolo, chiamata a rilanciare e ricostruire il fatiscente faro del paese.

Ma la ‘piccola impresa meridionale’ è anche quella di andare avanti, col sorriso, tra i guai della vita di tutti i giorni nello scenario del sud Italia attorno al quale ruota tutta la storia, stavolta non localizzato precisamente, come a voler simboleggiare una vicenda che potrebbe in fondo svolgersi in qualunque punto del meridione del nostro paese.

Il film non perde i tratti caratteristici sopra riportati della comicità di Rocco Papaleo, un film acuto, gentile che regala risate agli spettatori, ma anche lo spunto di riflessione di un sud potenzialmente pieno di risorse, ma che andrebbe ‘ristrutturato’.

Colonna sonora, ‘Dove cadono i fulmini’ della giovane cantautrice pugliese Erica Mou.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy